«Non ci fu nessuno stupro». Cade l’accusa per un castelbuonese accusato di violenza sessuale

L’Avv. Giuseppe Minà

Il gip di Termini Imerese Stefania Gallì ha archiviato il caso in cui era coinvolto N.D.G., castelbuonese di 48 anni accusato di aver aggredito e stuprato una badante rumena.

La notizia è riportata dal Giornale di Sicilia di oggi, in un articolo del giornalista Giuseppe Spallino, e si riferisce a una vicenda iniziata nel 2018: l’uomo era stato accusato dalla donna di avere prima tentato di strangolarla e successivamente di aver perpetrato la violenza. Il tutto, secondo l’accusa, per via di un amore morboso da parte dell’uomo che, respinto, si sarebbe tramutato in violenza.

L’Avvocato Giuseppe Minà, che ha difeso il castelbuonese, aveva evidenziato delle incongruenze sia in merito alle circostanze in cui si sarebbe svolto il fatto sia al racconto della donna, partendo dal fatto che i risultati della visita medica non avevano evidenziato segni di violenza.

Alla luce delle prove presentate, il gip ha quindi archiviato il caso, dichiarando che «non ci fu nessuno stupro».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.