Ordinanza Isola Pedonale – La posizione degli attivisti castelbuonesi del MoVimento 5 Stelle

Durante la “Riunione di Benvenuto” del gruppo di Attivisti e Simpatizzanti del MoVimento 5 Stelle del Meetup “il Grillo di Castelbuono”, i presenti hanno deciso di prendere posizione sulla Ordinanza n. 84 del 26/06/2015 emanata dal Sindaco Tumminello.
Gli attivisti del MoVimento 5 Stelle di Castelbuono in conformità e coerenza con le idee del nostro gruppo politico, dichiarano di essere favorevoli alle istituzioni di Isole Pedonali Controllate per la salvaguardia ambientale e la valorizzazione dei centri storici, ma contrari in maniera assoluta alla violazione dei diritti di soggetti svantaggiati quali i portatori di handicap!
Siamo coscienti “ahinoi” che da sempre è a discrezione delle Amministrazioni l’istituzione di Aree Pedonali, ZTL e affini, ma è altresì  dovere morale ed etico il controllo incondizionato delle medesime, da parte delle autorità preposte e il rispetto della dignità, a nostro avviso calpestata, di quei soggetti ai quali è sottratto un diritto, che in questo caso è quello di poter accedere e transitare anche nelle zone in cui, questo viene  impedito dall’emanazione di tali ordinanze.
Prendiamo atto oggi, della proroga dell’orario di transito nell’area pedonale con nuovi orari 10,30-13,00 e dalle 18,00-04,00, e la possibilità di accesso ai soggetti con ridotta capacità motoria, ma vogliamo sottolineare la necessità di garantire regole semplici, certe e continue.
E’ chiaro che siamo per il dialogo, l’ascolto e per il compromesso, ma nello stesso tempo precisiamo di non volere impugnare la bandiera di una battaglia di civiltà e di umanità che dovrebbe appartenere a tutti.
 
PERTANTO
 
Gli attivisti del MoVimento Cinque Stelle di Castelbuono dicono:
 
·                    SI! ALL’ISOLA PEDONALE CONTROLLATA per la salvaguardia ambientale e la valorizzazione dei centri storici.
·                    SI! AL TRANSITO:
o   Dei mezzi autorizzati per attività specifiche di utilità pubblica.
o  Dei soggetti portatori di handicap dotati del nuovo contrassegno europeo (dotato di Foto, Ologramma e Chip di identificazione) per invalidi, obbligatorio a partire dal 15 Settembre 2015 (per il quale il comune dovrebbe riportare un avviso sul proprio sito, in modo che tutti gli interessati possano richiedere il nuovo contrassegno). Questo consentirebbe ai soggetti con difficoltà deambulatoria di poter condividere sempre gli spazi pubblici come il corso o le nostre piazze (visto che ancora oggi nei futuristici anni 2015 è reso difficoltoso l’accesso a luoghi di cultura, istituzionali e pubblici per colpa del mancato abbattimento delle barriere architettoniche).
·                    SI! SOPRATTUTTO AL RISPETTO delle strutture e della segnaletica necessaria, per consentire e agevolare la mobilità dei soggetti portatori di handicap. (Come riporta l’art. 188 del codice della strada), con una particolare attenzione al rispetto delle regole da parte dei cittadini ma anche da chi è preposto AL CONTROLLO, poiché non si può più tollerare discriminazioni verso i soggetti più deboli, né tanto meno è ammissibile la violazione  semplicistica delle leggi.
Infatti, se viene istituita un’isola pedonale, i soggetti normodotatitutti coloro i quali non sono muniti di apposita autorizzazione o rientranti nelle specifiche dell’ordinanza e i non residenti, non possono e non devono pretendere di accedere, di transitare, né tanto meno di sostare con i loro veicoli! Lo stesso dicasi per  i parcheggi destinati ai disabili, che  non possono essere occupati abusivamente da persone o cose (vedi una delle famose casette poste in Piazza Castello*).
Solo attraverso il rispetto delle regole sarà possibile rendere vivibile la nostra cittadina, equilibrando le esigenze di tutte le categorie sociali che compongono la nostra comunità.
* Pur sostenendo che i parcheggi per disabili non usufruibili in Piazza Castello sono stati sostituiti con altri in zone limitrofe e circostanti, bisogna considerare che purtroppo per certi soggetti dover percorrere anche brevi tratti in sedia a rotelle lungo le nostre strade con pavimentazione sconnessa e/o in salita crea enorme disagio fisico, o è del tutto impossibile!
Comprendiamo che la nostra posizione possa dare motivo di polemiche o a opinioni differenti, ma ciò è normale che avvenga quando si vive in democrazia.
Ci auspichiamo (e lo avremmo auspicato anche per il passato) che possa instaurarsi per il futuro, un dialogo proficuo tra tutti i cittadini interessati e non, allo scopo di poter adottare la metodologia, i sistemi e soprattutto la ricerca del rispetto reciproco di chi vive, lavora e vuol godere del nostro bel centro storico.
Castelbuono lì 3 Settembre 2015
 
Gli attivisti M5S – Meetup “il Grillo di Castelbuono”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.