Ordinanza sindacale per il risparmio energetico negli edifici comunali per far fronte all’attuale crisi energetica

La preoccupante crisi energetica provocata dalle lobby del settore di cui la politica non è capace di controllare, vede ogni giorno aumentare in maniera esponenziale i costi dell’energia elettrica, metano e carburante, mettendo in difficoltà i bilanci delle famiglie, delle imprese e degli Enti pubblici.

Assistere all’inerzia del Governo Nazionale, delle forze politiche, all’incremento di fatturati delle aziende del settore, (vedi ENI  del 700%), provoca tanta amarezza in ognuno di noi e nel contempo ci impone di prendere  provvedimenti per contrastare i rincari dei costi energetici.

L’Amministrazione Comunale in tal senso ha emanato l’Ordinanza n. 126 del 07.09.2022, a firma del Sindaco, con cui impone a tutti coloro che fruiscono le strutture comunali delle “regole”, così come un buon padre di famiglia, per far rispettare le più elementari norme di risparmio energetico e la riduzione dei  costi.

Nelle prossime settimane in alcune aree periferiche del paese verranno installati degli orologi programmati per lo spegnimento dell’illuminazione pubblica nelle ore notturne, mentre con l’Ordinanza sopra citata si impone: la riduzione della temperatura di riscaldamento e l’aumento della temperatura per il raffreddamento, di tenere chiusi gli infissi nei locali climatizzati o riscaldati, di spegnere l’illuminazione in tutti i luoghi e spazi privi di persone, avendo cura alla fine dei turni  lavorativi di spegnere il riscaldamento, le attrezzature tecniche e i climatizzatori.

I Vigili Urbani e il personale incaricato avranno cura di effettuare i controlli per verificare il rispetto dell’Ordinanza e dov’è necessario applicheranno le dovute sanzioni che variano da un minimo di 25,00€ a un massimo di 500,00€

L’Ordinanza è stata notificata al Segretario Generale, al Direttori del Museo Civico, Francesco Minà Palumbo e Centro Polis, Al Responsabile della Biblioteca Comunale, alla Condotta Agraria di Castelbuono, alla postazione del 118, al Dirigente Scolastico, al Responsabile della Protezione Civile di Castelbuono al Responsabile dell’Impianto Sportivo Totò Spallino, al Presidente dell’Associazione Calcio ASD.

Il Sindaco auspica che vi sia la massima collaborazione e la condivisione di tali comportamenti.

 Imparare a non sprecare è una nostra responsabilità e deve diventare una sana abitudine..