Ordinanza sulla chiusura temporanea delle scuole

DISPOSIZIONE DI CHIUSURA TEMPORANEA DEI PLESSI SCOLASTICI
ORDINANZA N. 158/2020
IL SINDACO (autorità Sanitaria Locale)

Premesso che a seguito delle situazioni di contagio da COVID-19 verificatesi nel territorio comunale, l’Amministrazione ha adottato le prime misure di protocolli contenitivi, condivisi con il Dipartimento di Prevenzione competente territorialmente;

Considerato che l’andamento epidemiologico registra una circolazione importante del virus con un aumento progressivo dei casi positivi rilevati;

Considerato che a seguito dello screening attuato con metodo Drive-in a cura dell’USCA del Distretto Sanitario 33 ed effettuato nelle giornate del 13 e 15 novembre sulla popolazione scolastica, sono emerse altre positività di alcuni minori, genitori, docenti e personale Ata;

Valutata la necessità di adottare misure straordinarie per contenere i disagi dell’emergenza sanitaria;

Ritenuto altresì necessario adottare misure utili per consentire il completamento delle attività di mappatura dei “contatti stretti” e di acquisizione dell’esito dei tamponi, al fine di disporre di una rappresentazione capillare del contagio sul territorio in stretta collaborazione, con il Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Cefalù;

Visto l’art. 32 della Costituzione secondo cui “la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività”;

Visti i provvedimenti ad oggi adottati a livello nazionale e regionale di gestione dell’emergenza Sanitaria da Covid-19 tutt’ora in atto e in particolare il DPCM del 03 novembre 2020 “Misure per il contrasto e il contenimento nell’intero territorio nazionale del diffondersi del virus Covid -19”;

Vista l’Ordinanza del Ministro della Salute del 4 novembre 2020 che colloca la Regione Siciliana nello scenario del rischio intermedio, c.d. “arancione”;

Visto il decreto legge del 07/10/20 n. 125 che introduce misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid19 e per la continuità operativa del sistema di allerta COVID-19, nonché l’attuazione della direttiva (UE) 2020/739 del 3 giugno 2020, con proroga al 31 gennaio 2021;

Visto l’art.18 del D.L.76/2020, convertito in Legge n.120/20 che, abrogando l’art.3 c.2 del D.L. 19/20, già fatto venir meno i limiti cui era sottoposto il potere di ordinanza sindacale nelle fasi cruciali del contrasto alla diffusione dell’epidemia in corso;

Visto l’art.50 c.5,6 e 7, del testo unico delle Leggi sull’ordinamento degli Enti locali, D.Lgs. 18/08/2000 n.267, che stabilisce le attribuzioni del Sindaco, in qualità di Autorità Sanitaria Locale , per l’emanazione di provvedimenti contingibili ed urgenti, ed in particolare, in caso di emergenze ed anche riorganizzando gli orari degli esercizi commerciali;

Vista l’Ordinanza n.51/20 contingibile ed urgente del Presidente della Regione Sicilia “Misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 adottata ai sensi dell’art.32 c. 3 della Legge 23 dicembre 1978 n.833;

Visto l’art.32 c. 3 della Legge del 23 Dicembre 1978, n. 833;Visto l’OO.AA.EE.LL. vigente in Sicilia;

Ritenuta la propria competenza ai sensi dell’art.50 del DLgs. 267/20 e dell’art. 32 della legge 23 dicembre 1978. N.833;Tutto ciò premesso e considerato;

ORDINA
per i motivi espressi in narrativa, che qui si intendono totalmente riportati ed approvati:

1. La chiusura delle scuole dell’Infanzia pubblica e paritaria, Primaria e Secondarie di I° grado dal 16 novembre fino al giorno 5 dicembre salvo successiva e diversa disposizione;

2. La pulizia straordinaria, disinfezione e sanificazione dei locali scolastici;

3. Di trasmettere il presente provvedimento a:a. Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo F.sco Minà Palumbo al fine dell’attivazione di eventuali procedure di propria competenza.b. Dirigente della scuola dell’Infanzia paritaria “San Michele Arcangelo”.c. A.S.E. il Prefetto di Palermod. Comando della Locale Stazione dei Carabinierie. Dipartimento della Protezione Civile della Regione Sicilia, f. Dipartimento di Prevenzione dell’Asp n.6 di Palermo

Avverso la presente ordinanza, in applicazione del D.Lgs. n.104/2010, chiunque vi abbia interesse potrà ricorrere, per incompetenza, per eccesso di potere o per violazione di legge, entro 30 (trenta) giorni dalla pubblicazione, al Prefetto di Palermo, entro 60 (sessanta) dalla pubblicazione al TAR della Sicilia o in alternativa al Presidente della regione Sicilia entro 120 (centoventi) giorni dalla pubblicazione all’Albo Comunale.

Il Sindaco Mario Cicero

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.