Ospedale di Petralia, lettera al ministro Speranza per chiederne il potenziamento

Una lettera al ministro Roberto Speranza e un’interrogazione all’assessore alla Salute della Regione siciliana, Ruggero Razza, per sottolineare “le disfunzioni e le carenze di personale” dell’ospedale Madonna dell’Alto di Petralia Sottana e sollecitarne il potenziamento, come previsto dalla rete ospedaliera. Il pressing su ministro e assessore è dei deputati 5stelle Antonio Lombardo (Camera) e Salvatore Siragusa (Ars) che sottolineano l’importanza fondamentale della struttura per i cittadini madoniti anche a causa della “disastrosa condizione della viabilità secondaria che, specie d’inverno, rende complicato il raggiungimento di ospedali alternativi come quelli di Termini e Cefalù”.

Entrambi i parlamentari evidenziano “le carenze di personale medico e sanitario che stanno mettendo in crisi la struttura e anche determinato la chiusura di alcuni reparti, quando, invece, l’approvazione definitiva della rete ospedaliera ne prevedeva il potenziamento”, con l’ampliamento dell’area di emergenza, l’attivazione delle unità di cardiologia, di ortopedia qualificata e di lungodegenza e l’ampliamento del reparto di riabilitazione. Per questo Lombardo ha scritto al ministro Speranza per chiedergli, per quanto di sua competenza, di verificare la reale situazione della struttura e di fare un’ispezione sul posto assieme all’assessore alla Salute e all’Asp, sollecitando anche un incontro con i vertici dell’Asp e sindaci delle Madonie. Siragusa, dal canto suo, chiede nell’interrogazione a Razza e al governatore Nello Musumeci se abbiano “realmente intenzione di attuare quanto previsto dalla rete ospedaliera e, quindi, di rilanciare i servizi dell’ospedale”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.