Padre Domenico: “Alle tre ultime collaboratrici”

Col presente messaggio spero di raggiungere tre nobili e brave ragazze: Chiara Sangiorgio, Federica Di Marco e Valentina Gentile. Ultime fedeli  mie collaboratrici nell’attività di  “Sport e Promozione Umana 2015”.

Carissime, è da vari giorni, essendosi stabilita  un po’ di calma nel mio itinerario persecutorio, che penso di scrivervi questo messaggio per esprimervi tutta la mia riconoscenza e il mio immutato affetto. Voi siete state le ultime fedeli collaboratrici, cui è toccato di presentare lo spettacolo finale di “Sport e Promozione Umana 2015”, senza di me che avevo appena raggiunto la sede del mio esilio, col cuore a pezzi e psicologicamente a terra.

So che avete fatto un figurone, la cui notizia, mi ha rallegrato non poco, mitigando l’amara sofferenza che mi aveva accompagnato  fino al luogo dell’esilio.

Non si è mai affievolito il ricordo di voi, nel cammino della mia amara vicenda e il ricordo di voi e del vostro positivo modo di collocarvi, è riuscito a farmi accettare e guardare con attiva serena rassegnazione, giorno per giorno, quello che era il peso da portare, voluto dai Frati cappuccini, di cui sono stato fratello, uomini che mi hanno dimostrato di non avere rispetto né amore per me, ma solo sete di umiliarmi e colpirmi, senza pietà, perché avevo denunciato, insieme al collega Fr. Ernesto Cicero, abusi da parte del rappresentante datore di lavoro dei frati di SGR a danno di Anna Verde, una loro dipendente. Il Signore, comunque, mi ha sostenuto in tutto questo tempo. Non ho perduto la Fede e anzi mi sono confermato nel fatto che lo stesso Signore, che “mi aveva dato grazia di lavorare” e l’ho fatto con tutte le mie energie e facoltà, anche con la vostra collaborazione e di tutti gli altri, molti, ragazzi e ragazze, che desidero salutare e ringraziare,  insieme a voi, per il lungo periodo di 40 anni di operosità  a Castelbuono. Pertanto sono orgoglioso, con voi, di quello che è stato fatto, specialmente per i piccoli, ma anche per tutti quanti hanno fruito dell’organizzazione del Centro ARESC.           

             Vi ricorderò sempre con grande stima e affetto tenendo presenti la vostra personalità, la prontezza, la disponibilità e il modo di collocarvi nel servizio delicato dell’aspetto educativo,  formativo, sportivo e ricreativo dei soggetti di cui ci si interessava, soprattutto i piccoli.

Vi auguro il miglior bene per il vostro avvenire e spero che ricorderete sempre che l’uomo e la donna, chiunque sia e di qualunque età, è da promuoversi sotto tutti gli aspetti: personale, familiare, sociale, culturale, professionale  per ritrovarsi sempre e in ogni luogo all’altezza dei propri compiti e doveri. Siate sempre presenti a voi stesse tenendo presente che la vostra presenza, in qualunque contesto, è una presenza positiva nel senso di  far  bene quello che è da farsi, a 360 gradi e quello che va fatto, fatelo in modo da offrire, a qualunque interlocutore, un messaggio che fa riflettere e pensare.                                                  

E  tutto questo serve per collocarvi sempre  come soggetti che mirano ad essere stimolo e proposta per una società nuova.     AUGURI!!!

Troina, 08.03.2020

                                                                                                    Fr. Domenico Giuseppe Costanzo

Cappuccino consacrato alla SS.ma Trinità coi voti privati di Povertà, Castità e Ubbidienza al Vangelo                                                                      

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.