Parco. Strategie per il turismo nel Madonie Geopark

Cefalù – Al castello Bordonaro, edificio del XV sec. immerso tra centinaia di ulivi secolari a Cefalù, si è svolto nella giornata di ieri il Convegno “RIVALIDAZIONE DISCO VERDE 2020\2023 DEL MADONIE GEOPARK UNESCO:GEOSITI E GEORISORSE come nuovi catalizzatori dello sviluppo turistico post-covid”

Ha aperto i lavori Il sindaco di Cefalù, Rosario Lapunzina che, dopo i saluti di rito, ha illustrato i Castello Bordonaro, sottolineado, in riferimento alla condizione testamentaria riguardante il suo uso, quale centro culturale. “Ho avuto il piacere -afferma – di ospitare a Cefalù questo importante evento post covid per celebrare la riconferma della certificazione di geoparco al Parco delle Madonie, anche per il fatto che Cefalù fa parte dei 15 paesi del Parco e che ha uno dei monumenti più visitati di Sicilia: la Cattedrale Normanna patrimonio dell’umanità Unesco”.

Numerosi i partecipanti al convegno, associazioni cittadine, il sindaco di Campofelice di Roccella Michela Taravella, e alcune guide Aigae. Dal Presidente del Parco dott. Angelo Merlino l’appello ai presenti a fare sempre di più per valorizzare i nostri territori, i sentieri e i geositi, anticipando anche che il Parco sosterrà la sua candidatura all’AREA MAB Man and BIOSPHERA sotto l’egida dell’Unesco, con la novità che il progetto riguarderà non soltanto il territorio del Parco ma l’intero territorio delle Madonie. “Il Programma “L’uomo e la biosfera”, Man and the Biosphere – MAB, è un programma scientifico intergovernativo avviato dall’UNESCO nel 1971 per promuovere su base scientifica un rapporto equilibrato tra uomo e ambiente attraverso la tutela della biodiversità e le buone pratiche dello Sviluppo Sostenibile. Ha come obiettivo primario l’uso e la condivisione razionale e sostenibile delle risorse della biosfera”.

Al tavolo dei relatori, Giampiero Sammuri, Presidente Nazionale Federparchi, che si è complimentato con tutto lo staff Geopark e i dipendenti del Parco delle Madonie per i risultati raggiunti, in considerazione anche che in Italia qualche Parco non ha avuto la certificazione rinnovata.

Il Dott. Peppuccio Bonomo dirigente Uob3 e responsabile per il Madonie Geopark. Ha illustrato che il lavoro svolto dall’Ente per realizzare quanto prescritto dell’Unesco al fine della riconferma nei Geopark, poi arrivata, meritatissima, fino al 2023. Il dott. Peppuccio Bonomo, ha illustrato i numerosi geositi del parco e le attività turistiche che li caratterizzano, facendo risaltare anche l’importanza delle collaborazioni con le associazioni di vario genere e l’ente per la realizzazione della settimana di Geopark, specialmente l’edizione 2020 che, a causa del covid19, si è svolta totalmente on line sulla pagina social del Parco.

Presente, in rappresentanza del Vescovo S.E. Rev.ma Mons. Giuseppe Marciante, Don Giuseppe Amato, responsabile della Pastorale sociale e del lavoro della Diocesi di Cefalù. Per il Rotary Club presenti i Geologi, Fabio e Alessandro Torre e il presidente della sede di Cefalù Antonella Scicolone. Presente il dott. Giuseppe Collura presidente dell’Ordine dei geologi siciliani

Ha concluso i lavori l’Ass. Reg. al Territorio, On. Toto Cordaro che ha assicurato il sostegno della Regione siciliana a queste splendide iniziative che fanno conoscere la Sicilia in tutto il mondo e promuovono territori bellissimi, come le nostre Madonie.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.