Patto per Castelbuono: “Cicero nel pallone, perché non chiude il mercato?”

Mario Cicero come Oronzo Canà: l’allenatore nel pallone.

Che il signor Cicero non fosse in grado di gestire l’amministrazione della cosa pubblica in tempi normali lo avevamo capito, figuriamoci in tempi di pandemia.

Eppure ci sono scelte banali, che qualsiasi amministratore dotato di un minimo intelletto potrebbe mettere in pratica. A partire dalla creazione di un comitato di emergenza, formato dai rappresentanti delle forze produttive e delle forze dell’ordine, come hanno fatto in tanti altri centri. Ma lui, come ha detto il capogruppo della minoranza, ha interrotto i rapporti con l’Arma dei Carabinieri.

Altra scelta semplice per evitare il diffondersi del Covid-19 potrebbe essere la chiusura del mercato settimanale. Lo scorso 7 novembre il Viminale ha diramato una circolare secondo cui si lascia la facoltà ai sindaci della chiusura dei mercati rionali. Invece il signor Cicero rimane “indifferente, livido, assente, chiuso nel suo cupo sogno di gloria”, come scrisse Aldo Moro dalla prigione brigatista nei confronti di Giulio Andreotti. Perché il signor Cicero, come tempo fa disse in un’intervista una persona che lo conosce molto bene, “prima era di sinistra ora è un uomo di potere”. Proprio come Andreotti.

Così, seduto nello scranno più alto del municipio, dove i contribuenti castelbuonesi dal lontano 1994, quasi ininterrottamente, gli consentono di avere uno stipendio fisso, non si accorge che il mercato potrebbe causare ancora di più il diffondersi del Covid-19, a causa dei continui assembramenti, nonostante tutte le cautele del caso.

Ormai il signor Cicero si è ridotto come un malato tenuto in vita dall’alimentazione artificiale, la voglia di andare avanti per essere mantenuto dai castelbuonesi onesti che pagano le tasse.

Cicero, ti invito ancora una volta ad esprimere un minimo di riconoscenza nei confronti del popolo di Castelbuono, stacca la spina e metti fine a questa lunga quanto sofferente agonia.

Il Portavoce di “Patto per Castelbuono”

Pino Naselli

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.