Paura a Termini, in fiamme il deposito della differenziata

[LAVOCEWEB] Termini Imerese sta vivendo il rischio di una nuova Bellolampo. Per 12 ore è bruciato nella zona industriale il deposito della raccolta differenziata. Fiamme altissime si sono levate dal capannone della Vetri Sud assieme a una colonna di fumo tossico.
Sono intervenute una ventina di squadre dei vigili del fuoco che hanno lavorato tutta la notte. La zona è stata isolata, l?energia elettrica è stata interrotta. Nel buio si sono visti anche a distanza i chiarori delle fiamme.
A un certo punto è stato riaperto lo stabilimento ex Fiat per consentire alle squadre di soccorso di rifornire di acqua le autobotti. All?alba la situazione era migliorata e il rogo praticamente domato a parte alcuni focolai rimasti attivi. I vigili assicurano che l’incendio è ormai circoscritto e che si lavora soprattutto per rimuovere il materiale e per provocare il raffreddamento della massa dei rifiuti carbonizzati.
Con i vigili sono all’opera anche i tecnici dell’Arpa che hanno il compito di controllare la tossicità delle emissioni. Forte il rischio di danni ambientali. Il sindaco Totò Burrafato ha inviato sul posto anche i tecnici del servizio ambientale del Comune.
Ora si cercherà di capire da cosa sono state scatenate le fiamme. C’è il sospetto di una causa dolosa. Due settimane fa erano stati bruciati a Isnello due autocompattatori dell’Ato “Ecologia e Ambiente”.
26.09.2012

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.