PD. «Giardino dei Giusti: non concessa l’adozione (con una scusa)»

Con una nota inviata il 17 settembre scorso (qui il testo integrale) il circolo del PD aveva sollecitata una risposta all’amministrazione comunale rispetto alla richiesta di adozione del “Giardino di Giusti” presentata lo scorso 22 luglio (qui). Il Sindaco ha risposta al sollecito con una lettera del 19 settembre (qui), alla quale allega un precedente nota del 13 agosto degli assessori Guarcello e Cusimano con la quale comunicavano la decisione di rigetto della richiesta di adozione del Giardino, che il circolo non aveva ricevuto (qui).

I ragazzi hanno piantato nell’area antistante il plesso Parco delle Rimembranze (San Paolo) un alberello per ogni Giusto studiato in classe, uomini e donne che, nei totalitarismi o di fronte alle ingiustizie e ai crimini contro l’umanità, si sono impegnati per salvare delle vite e per difendere la dignità umana. Per tale ragione e per l’alto interesse pubblico che l’area riveste si ritiene che la stessa non possa essere adottata come da vostra richiesta. Sarà cura dell’istituzione scolastica, possibilmente attraverso il coinvolgimento diretto degli stessi alunni e di concerto con l’Amministrazione comunale, mantenere il decoro e tutelare il Giardino dei Giusti”, si legge nella motivazione del rigetto della richiesta.

Prendiamo atto, ma con disappunto, della volontà di non concedere in adozione al circolo del PD il Giardino, in quanto la motivazione addotta ci sembra una scusa. 

Infatti, il Giardino è stato realizzato nel mese di marzo e fino a luglio si è trovato in assoluto stato di abbandono, fino al punto che alcune piantine sono appassite e nel mese di agosto sono state  sostituite. Da marzo fino alla chiusura dell’anno scolastico nessuna attività è stata svolta d’intesa con l’istituzione scolastica, men che meno negli ulteriori mesi di vacanze estive. Peraltro, le stesse docenti referenti in un intervento reso pubblico a metà agosto hanno ricordato che “Il “Giardino dei Giusti” di Castelbuono è entrato a far parte della rete dei giardini di tutto il mondo e sta a ciascuno di noi, all’interno del proprio ruolo, tenerlo vivo.”, forse a voler sottolineare una distinzione di ruoli tra la scuola e l’amministrazione comunale. 

E’ di tutta evidenza che “ci si è attivati per mantenere il decoro e la cura degli alberelli” (scrive il Sindaco) solo nel mese di agosto, dopo le sollecitazioni ricevute e non prima. 

Questi sono i fatti, tutto il resto è fuffa.

Speriamo in un ripensamento e l’affidamento alle cure del circolo del “Giardino dei Giusti” che saprà valorizzarlo per come merita. 

Parità di trattamento e maggior rispetto nei nostri confronti (che non ci sono stati) sarebbero altresì auspicabili.

Castelbuono, 25 settembre 2019

Il Coordinamento del Circolo PD

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.