Presa di posizione di C.i.M. sulla casa comunale

?Una legittima presa di posizione?

A seguito di un incontro indetto per definire i lavori della casa comunale, presenziato dal Collaudatore, dalla Direzione lavori, dall?impresa esecutrice e dall?Amministrazione comunale, rappresentata dal vicesindaco Antonio Capuana

– considerato che il rivestimento esterno costituito da mattonelle non è risultato collaudabile a seguito delle prove di ?strappo? effettuate;

– stante l?urgente interesse dell?Amministrazione a fruire dei locali previo regolare collaudo;

– considerato che occorre necessariamente e prudentemente procedere alla rimozione delle suddette mattonelle per la messa in sicurezza dell?immobile;

– avendo appreso che la Ditta esecutrice si è dichiarata disponibile a effettuare qualsiasi modifica senza ulteriori oneri a carico della stessa

Prendiamo atto, con soddisfazione, della dichiarazione del vicesindaco Capuana, il quale ha affermato che ?nessun aggravio economico potrà pesare sulle casse comunali per i palesi errori commessi? e che lo stesso si è dichiarato pronto ad intraprendere tutte le iniziative necessarie, anche legali, per tutelare gli interessi dell?Ente in qualsiasi sede.

Inoltre, siamo informati, su opere che non esitiamo a definire strane; risulta, infatti, che la Casa comunale sia provvista di un impianto fotovoltaico non funzionante (costo circa 100.000,00 ?) e sia sprovvista, come corretta amministrazione avrebbe dovuto pretendere, di porte interne.

Questi sono i misteri che qualcuno dovrà pur svelare!

Infine, apprendiamo, e ne siamo contenti, che nel bilancio di previsione, di prossima approvazione, sono inserite le somme per rendere finalmente fruibile l?immobile.

 

Il Coordinamento Politico di Castelbuono in Movimento