Presentato il bando “Borghi abbandonati” della Fondazione Sicilia. Scadenza il 21 febbraio 2020

Entro il 21 Febbraio 2020 le amministrazioni comunali dei Borghi siciliani possono presentare idee progettuali per la rigenerazione di beni del patrimonio culturale siciliano ubicato in borghi abbandonati o in via di spopolamento.

[borghiautenticiditalia.it] La Fondazione Sicilia con il presente bando intende contribuire alla rigenerazione del territorio siciliano dedicando una particolare attenzione a promuovere e sostenere interventi di restauro/conservazione del patrimonio storico-artistico e ambientale, diffusamente presente sul territorio, per concorrere a preservare la memoria della comunità e del suo territorio. 

Per questo la stessa Fondazione invita le amministrazioni comunali di Borghi siciliani abbandonati o scarsamente popolati dove è presente un bene da restaurare o conservare a presentare un’idea progettuale per la rigenerazione di beni del patrimonio storico culturale siciliano. Il proponente può inviare un solo progetto, pena l’inammissibilità di tutti i progetti presentati. 

Caratteristiche del progetto: 

  • Riguardare interventi di restauro/conservazione del patrimonio storico e culturale di borghi siciliani, abbandonati, totalmente o parzialmente. 
  • Contenere una dettagliata descrizione del lavoro che si intende svolgere per l’attività di restauro e conservazione. 
  • Includere la descrizione delle modalità per garantire la fruibilità del bene restaurato, da parte della popolazione.
  • Avere una durata massima di 24 mesi e non potranno essere avviati prima della data di comunicazione di “ammissione al finanziamento” da parte della Fondazione e dovranno essere comunque attivati entro tre mesi dalla data di tale comunicazione. Decorsa la prima metà del tempo indicato, il beneficiario dovrà produrre una relazione di avanzamento dei lavori di progetto.

Finanziamento e cofinanziamento

Il progetto non potrà richiedere un contributo alla Fondazione maggiore di € 50.000,00 e non inferiore a € 10.000,00. Il bando non prevede un cofinanziamento obbligatorio, ma eventuali cofinanziamenti propri e/o dei soggetti partner potranno risultare elemento positivo in fase di valutazione. Il cofinanziamento potrà essere composto da risorse umane, materiali o finanziarie messe a disposizione dal soggetto richiedente e/o dai partner, ed andranno rendicontati con le stesse modalità previste per la parte erogata dalla Fondazione.

Costi ammissibili
I costi ammessi al finanziamento possono riguardare:

  •  Professionisti e restauratori esterni con modalità di incarico in base alla normativa vigente. 
  •  Materiale di consumo. 
  • Affidamento di servizi e lavori con modalità di incarico in base alla normativa vigente. 

I progetti  si possono inviare entro il 21 Febbraio 2020. 

Un bando interessante e utile dal punto di vista sociale e culturale. Un bando, che i borghi autentici siciliani possono cogliere. 

PER CONOSCERE TUTTI I DETTAGLI: 

SCARICA IL BANDO “BORGHI ABBANDONATI”

VISITA IL SITO DI FONDAZIONE SICILIA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.