Presentato il progetto “Family bag”. Castelbuono all’avanguardia nella lotta allo spreco alimentare

Si è svolta oggi 4 marzo, alle ore 10.30 presso l’aula consiliare del Comune di Castelbuono, la conferenza stampa di presentazione del progetto “Family bag- lotta allo spreco alimentare”.

All’incontro, moderato dal giornalista e portavoce istituzionale Antonio Fiasconaro, erano presenti: il sindaco Antonio Tumminello, il vice sindaco con delega alla Tutela Ambientale Marcello D’Anna, l’assessore alle Attività Produttive Gian Clelia Cucco, il direttore marketing di “Tecnobox” Alessio Morici, presidente e vice presidente dell’Associazione Ristoratori Castelbuonesi Natale Allegra e Giuseppe Carollo, il presidente di Slow Food Sicilia Rosario Gugliotta e il presidente del Consiglio comunale Annamaria Mazzola. tecnobox

Il progetto, fortemente voluto dall’amministrazione comunale ed introdotto dal giornalista Fiasconaro, si propone di avviare una campagna di sensibilizzazione nei confronti dei cittadini e clienti dei ristoranti affinché il “portare a casa gli avanzi dei ristoranti” diventi una buona pratica diffusa.

Grande orgoglio da parte del sindaco per l’iniziativa che vedrà Castelbuono, solo seconda – dopo Padova – a sposare questo progetto-pilota: una campagna contro tutti i tipi di spreco e di sensibilizzazione culturale ad ampio raggio.

L’idea della Family Bag nasce – spiega invece l’assessore D’Anna – da una serie di incontri tenuti in occasione soprattutto di Agenda 21 con altri assessori e amministratori dei comuni italiani, soprattutto con quello di Padova, certi che i castelbuonesi e i ristoratori sapranno far propria questa importante iniziativa.

Il presidente di Slow Food Sicilia Gugliotta, ricordando l’impegno a Castelbuono anche della condotta Slow Food presieduta da Dario Guarcello, ritiene questo progetto perfettamente in linea con i valori e le azioni intraprese in questi anni dalla propria associazione, e vuole assistere Castelbuono in questo modello sperimentale che potrà essere esteso – attraverso i canali dell’associazione – a tutta la Sicilia e a tutti i comuni italiani.

“E’ una presa di coscienza per tutti – ha affermato Gugliotta – per i ristoratori e per i consumatori che aumenterà la nostra sensibilità verso questi argomenti ”

Per la Tecnobox srl, che ha presentato le caratteristiche della scatola “Doggy Bag” utile alla raccolta per l’asporto degli avanzi, era presente il direttore marketing Alessio Morici:

Air-Box-di-Tecno-Box-Food-Bag-830x467Questo pack è stato presentato all’Expo 2015 ed è frutto di uno studio sul prodotto condotto dall’azienda in collaborazione con l’Università di architettura di Palermo, con il laboratorio di Disegno industriale del professore Dario Russo e cinque dei suoi allievi. Il materiale utilizzato per la realizzazione della “Doggy” o “family Bag” è stato brevettato (Air Box 100%) ed è totalmente riciclabile e certificato per contenere alimenti secchi ed umidi, lavabile e dalle altissime prestazioni termiche.
L’azienda è pronta a donare 2.000 “Doggy Bag” ai ristoratori che aderiranno all’iniziativa.

Ad intervenire per l’associazione ristoratori il Vice presidente Giuseppe Carollo e – in chiusura – il presidente Natale Allegra.

“L’associazione ristoratori – ha affermato il vice presidente- sposerà totalmente questo progetto sensibilizzando i propri clienti. Una chiara comunicazione a supporto ci aiuterà ancor di più a divulgare l’iniziativa tra i nostri clienti.”

L’assessore Gianclelia Cucco è convinta che il progetto saprà ancor di più offrire valore aggiunto alle nostre attività e spingere magari ancor più visitatori verso la nostra cittadina. La stessa ha proposto di personalizzare le scatole con delle immagini che rappresentino i nostri monumenti e beni culturali così da lasciare ai viaggiatori un ulteriore ricordo della nostra cittadina.

Alcune domande sono state fine incontro tenute dai presenti, soprattutto dai professori e alunni dell’istituto Alberghiero di Cefalù (IIIF) che hanno partecipato alla conferenza.

La conferenza si è chiusa intorno alle 12 e, a seguire presso la sala delle Capriate-Badia, è stata offerta una degustazione di prodotti del territorio.

Qui la cartella stampa, presentazione ufficiale dell’iniziativa.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.