Prima edizione “Premio Nazionale di poesia naturalistica Città di Castelbuono”

Organizzata dal Museo Naturalistico “Francesco Minà Palumbo” di Castelbuono, nel solco del tradizionale impegno finalizzato alla divulgazione della cultura scientifica, sabato 29 agosto alle ore 18,00, presso il Chiostro di San Francesco, è in programma la cerimonia di premiazione della Ia edizione del Premio Nazionale di Poesia Naturalistica “Città di Castelbuono”. 

Si tratta di un concorso dedicato alla composizione poetica, in italiano, in vernacolo e haiku, che si prefigge di indagare, con il potente linguaggio evocativo della poesia, la biodiversità legata alla flora, alla fauna, alla vegetazione e alla moltitudine di paesaggi che caratterizzano il territorio italiano, nonché gli aspetti connessi alla geologia e alla climatologia: ciò al fine di avere una nuova visione ed un’interpretazione genuina ed autentica delle innumerevoli componenti della Natura e della complessità e fragilità delle loro relazioni. 

L’iniziativa, promossa e bandita dal Museo Naturalistico “Francesco Minà Palumbo” è stata organizzata grazie al lavoro di un apposito Comitato composto da Rosario Schicchi (Presidente), Luciana Cusimano (Segretaria), Francesco Toscano, Rosario Mazzola, Stefania Sperandeo, Maria Angela Pupillo, Giuseppina Palumbo (Componenti) e Cinzia Pitingaro, Presidente di Giuria. 

Il Concorso ha avuto una notevole risonanza nazionale, sottolineata dalla partecipazione di ben 454 poesie inviate da poeti di tutte le regioni d’Italia. Di esse 267 riguardano la sezione in lingua italiana, 57 la sezione in Vernacolo e 130 la sezione Haiku. 

Le giurie composte, per le sezioni italiano e vernacolo, da Rosario Schicchi, Franco Toscano, Giuseppina Palumbo, Angelo Guarnieri, Francesca Luzzio e Guglielmo Peralta e, per l’haiku, da Maria Malferrari, Eufemia Griffo, Antonio Sacco, Rosa Maria Di Salvatore e Maria Concetta Conti, dopo aver valutato tutte le opere pervenute, hanno designato vincitori, provenienti da 11 regioni italiane, per i componimenti in lingua italiana (sul podio nell’ordine) Melania Rossello, da Messina, con l’opera “Ulivo, Gloriana Solaro (Termini Imerese) con “Ulivi saraceni”. Michele della Porta (Milano) con “Viva la natura. Premio della Giuria a Tiziana Monari (Prato) con “I balenieri di Nantuchetpremio della Critica a Girma Mancini (Giovinazzo, Bari) con “Bianche drupe”. premio Parco delle Madonie a Giuseppe Vetromile (Madonna dell’Arco, Napoli) con Sublima diossinapremio Città di Castelbuono a Lorenzo Spurio (Jesi, Ancona) con “Io, la salvia rossa. Menzione Speciale ad Andrea Rossi (Sestri Levante, Genova) con “Canti d’autunno, a Rosa Maria Vicari (Lercara Friddi, Palermo) con “Scorcio di paradiso”, a Nigel Lembo (Montecorice, Salerno) con “Guarda”. Menzione d’Onore a Pietro Vizzini (Capaci, Palermo) con “Laggiù dove le pietre”, a Santi Cardella (Palermo) con “Afonia”, a Simonetta Zallocco (Potenza Picena, Macerata) con “Madonia”. 

Per le poesie in vernacolo sono risultati vincitori, sempre nell’ordine, Enrico Del Gaudio (Castellammare di Stabia, Napoli ) con l’opera “Stammattina”, Gregorio Magazzù (Palmi, Reggio Calabia) con “A Luvara”. Francesco Billeci (Borgetto, Palermo) con “A muntagna abbruciata”, premio della Giuria a Gloria Venturini (Lendinara, Rovigo) con “Sentà tra mainconie”, premio della Critica ad Antonino Cicero (Collesano, Palermo) con “Semu petri”, premio Parco delle Madonie a Giovanni Macrì (Barcellona Pozzo di Gotto, Messina) con “Sugnu sicilianu”, premio Città di Castelbuono ad Antonio Barracato (Cefalù, Palermo) con “Sarvamu sta natura”. Menzione Speciale 

a Vincenzo Parisi (Bivona, Agrigento) con l’opera “Cu l’occhi di lu cori”, a Trusgnach Andreina (San Leonardo, Udine) con “Kamanovi ziduovi a Angelo Abbate (Bagheria, Palermo) con “Dintra li me pinzera”. Menzione d’Onore: Pina Granata (Campofelice di Roccella, Palermo) con l’opera “U munnu sta finiennu”, a Giovanni Malambrì (Messina) con “Mi ‘ncuntentu ipicca”, a Ros Nicolina (San Quirino, Pordenone) con “Sot sere”. 

Per la sezione haiku i vincitori sono Antonella Seidita (Palermo) con l’opera “Lavanda in fiore…”. Maria Teresa Sisti (Fivizzano, Massa Carrara) con “Un nido vuoto…”, Gianluca Derelitto (Sassari) con “Vento d’autunno”, premio della Giuria a Gabriele Stella (Santorso, Vicenza) con l’opera “La prima neve…”, premio della Critica a Giuseppe Caleca (Castellammare del Golfo, Trapani) con “Auto in colonna…”. Menzione Speciale a Dennys Cambarau (San Gavino Monreale, Sud Sardegna) con l’opera “L’età fugace…”, Luisa Santin (Como) con “Antico amore…”. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.