Progetto Europeo ?Culture on meal. Taste the difference?. Programma Giovent? in Azione 1.1

stampe-e-culture[Comunicato Stampa] Si ? concluso giorno 17.12.2010, presso il Comune di Castelbuono, il progetto Europeo Giovent? in Azione dal titolo ?Culture on Meal. Taste the difference? iniziato giorno 10.12.2010. Il progetto promosso dall?amministrazione comunale e finanziato dall?Agenzia Nazionale Giovani, ha offerto l?opportunit? a 36 giovani di et? compresa tra i 18 ed i 25 anni, provenienti da 7 paesi Europei, di affrontare, le tematiche di estrema attualit? utilizzando come filo conduttore il cibo.

La condivisione della tradizione culinaria tra i Paesi partecipanti, infatti, ha rappresentato un pretesto di dialogo, volto a migliorare la conoscenza dei giovani relativamente alle culture, agli usi ed ai costumi dei paesi europei. In questo ambito, la tradizione culinaria siciliana, frutto di decine di dominazioni nei secoli, funge da esempio quale imput di dialogo al fine di creare quale prodotto finale, una nuova ricetta comunitaria.

In particolare, le attivit? che i giovani coinvolti hanno messo in atto, si sono basati sulla cucina di 7 piatti poveri, uno per ogni nazione, in maniera da rendere i giovani partecipanti pi? sensibili e consapevoli in merito agli ingiustificati sprechi economici che migliaia di famiglie del globo affrontano quotidianamente. Inoltre, questi messaggi fungeranno da spunto per avviare dibattiti quotidiani circa ?2010, Anno Europeo contro la povert? e l?esclusione sociale

I giovani che hanno partecipato, sono stati ospiti presso l?Agriturismo Bergi di Castelbuono, provenienti dai seguenti paesi partner: Romania, Italia, Slovacchia, Germania, Grecia, Estonia e Cipro.

Alla fine di ogni attivit? giornaliera, i partecipanti hanno preso parte ad una Tavola Rotonda nella quale hanno discusso in maniera partecipata sulle tematiche della giornata, apprendendo in maniera informale, imparando ad ascoltare ed a proporsi.

Il progetto, coordinato dai consulenti internazionali, il dott. Nino Pietrini e la dott.ssa Federica Sottile, attraverso una combinazione di attivit?, immaginazione e dialogo ha contribuito ad accrescere il senso di cittadinanza europea dei giovani i quali hanno imparato rispettivamente gli uni dagli altri, hanno condiviso le reciproche differenze ma anche gli elementi di disagio che la societ? globale sta vivendo; essi saranno pi? sensibili e consapevoli relativamente ai temi ed agli obiettivi del millennio, consci del loro ruolo nella societ? civile e della forza loro riconosciuta nell?influenzare le politiche sociali.

Il Sindaco
Mario Cicero