Promomadonie, 7^ Infiorata castelbuonese. Grande qualità e grandi numeri

[Promomadonie.it] La VII Infiorata Città di Castelbuono anche quest’anno ha colto nel segno, con un programma ricco di eventi durante un weekend caratterizzato da temperature estive.

Come da tradizione si è svolta lungo la centralissima via Sant’Anna, inserita nel magnifico contesto medievale del centro storico di Castelbuono nel cuore del Parco delle Madonie,
dal 6 all’8 giugno e si è potuta visitare fino all’11 giugno, considerata la notevole affluenza di visitatori e le numerose richieste degli operatori turistici del comprensorio, riaffermandosi ancora una volta come evento di grande richiamo turistico della Sicilia.

Il tema, molto impegnativo, della settima edizione dell’Infiorata è stato “Quadri d’Autore” dedicata al noto naturalista castelbuonese “Francesco Minà Palumbo” di cui quest’anno ricorre il bicentenario della nascita.

Per il settimo anno consecutivo l’Associazione Culturale Promomadonie-Sicilia di Castelbuono, ideatrice del progetto, presieduta da Jhonny Lagrua, con la partecipazione artistica degli Infioratori Castelbuonesi ha curato e organizzato un evento che ha saputo richiamare migliaia di visitatori, con il patrocinio del Comune di Castelbuono e della Regione Siciliana Assessorato delle Risorse Agricole e Alimentari.
Novità assoluta di questa edizione il coinvolgimento di numerosi studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Luigi Failla Tedaldi” di Castelbuono che hanno realizzato alcuni bozzetti riscuotendo grande successo.

Dal venerdì pomeriggio e per tutta la notte fino alle prime luci dell’alba, la via Sant’Anna è stata trasformata in un cantiere a cielo aperto, in un grande laboratorio dedicato alla preparazione e alla realizzazione dei bozzetti che hanno poi composto un lungo tappeto floreale ricco di arte, colori e profumi, il tutto grazie al lavoro minuzioso di più di 200 volontari, giovani, bambini, anziani che tra venerdì e sabato hanno messo a disposizione della collettività la loro esperienza, la loro arte e la loro creatività nel saper riprodurre minuziosamente alcune tra le più note opere d’arte, in un momento bello e importante di aggregazione, di socializzazione ricco di esperienze e di confronti .

Ogni gruppo partecipante ha riprodotto l’Opera scelta realizzandola con varie tecniche, utilizzando petali di garofani freschi, di gerbere, di margherite, di statice, affiancati altri materiali come il terriccio, le spighe di grano, il finocchietto, foglie di alloro, foglie di ulivo, fiori e foglie raccolti nelle campagne delle Madonie, il tutto è stato incorniciato in uno splendido tappeto verde incastonato in una cornice medievale di straordinaria bellezza, offrendo così alle migliaia di visitatori, sensazioni, profumi ed emozioni irripetibili con capolavori che hanno entusiasmato tutti.

Durante la manifestazione i monumenti e i musei di Castelbuono sono stati accessibili ai turisti e alle migliaia di visitatori che hanno raggiunto la cittadina madonita da ogni parte della Sicilia, apprezzando e seguendo gli itinerari artistici-culturali ed eno-gastronomici proposti dagli operatori del settore con degustazioni di prodotti di eccellenza del territorio presso i numerosi stand e presso i ristoranti.

L’iniziativa ha avuto una positiva ricaduta sul nostro Comune e su tutto il comprensorio madonita, sia sotto il profilo turistico, culturale ed economico facendo registrare il tutto esaurito negli hotel, b&b, agriturismi e ristoranti, premiando, ancora una volta, l’offerta eno-gastronomica, l’ospitalità e la professionalità degli operatori turistici di Castelbuono.

Durante l’inaugurazione di sabato sera in Via Sant’Anna, la benedizione della manifestazione è stata curata da Padre Lorenzo Marzullo, Ns. compaesano missionario in Equador , mentre il successo artistico dell’Infiorata è stato elogiato da tutti i presenti che sono intervenuti durante la premiazione dei gruppi, affermando che questa manifestazione si è saputa consolidare nel tempo a tal punto da conquistarsi un posto importante nello scenario turistico siciliano, divenendo motore di sviluppo turistico, culturale ed economico per Castelbuono e per le Madonie.
Alle bellezze artistiche floreali hanno fatto da cornice le coreografie degli Sbandieratori, del Corteo storico Rinascimentale e dei Gruppi Folck che hanno sfilato lungo le strade principali del paese madonita.

Alla Sala delle Capriate, presso il Museo “Francesco Minà Palumbo”, il Prof. Rosario Schicchi, Direttore del Museo, ha tenuto il Convegno su “I fiori delle Madonie”.

Jhonny Lagrua Presidente dell’Ass.ne PromoMadonie:

“Stanco ma soddisfatto, il successo registrato nella 7^Infiorata, che si è affermata, ancora una volta come manifestazione di grande richiamo turistico a livello regionale, ci ripaga di ogni sforzo.

Anche questa è stata un’edizione molto impegnativa da gestire, ma quello che conta alla fine è aver raggiunto dei risultati eccellenti, migliaia i visitatori hanno riempito la Nostra Città nel weekend per ammirare il tappeto infiorato realizzato da 11 gruppi che con enormi sacrifici e lodevole impegno hanno lavorato giorno e notte per regalare a tutti noi e soprattutto ai turisti venuti da ogni parte della Sicilia, delle vere e proprie opere d’Arte dedicate ai “Quadri d’Autore” e al naturalista “F.sco Minà Palombo”, di cui quest’anno ricorre il bicentenario della nascita.

E’ stato un grande lavoro di gruppo e di aggregazione, perché solo facendo squadra si può vincere una partita, mettendo a disposizione della collettività il proprio volontariato e la propria arte si conquista il successo, un successo che premia tutti e che è di tutti.

Abbiamo saputo promuovere il Nostro territorio e la cosa più importante è che siamo riusciti a dare una mano all’economia della Nostra Città, in questo momento molto delicato e difficile che stiamo attraversando a livello globale.

Il mio ringraziamento va a tutti per il lavoro svolto con professionalità, grazie all’impegno di tutti a Castelbuono sono arrivati molti turisti provenienti da ogni parte della Sicilia e di questo risultato ne siamo orgogliosi.

Un grazie particolare ai gruppi degli infioratorii, ai docenti e agli alunni dell’I.I.S.“Luigi Failla Tedaidi”, ai gruppi che sabato hanno sfilato per le vie del paese; ai Musici e Sbandieratori Città di Mazzarino (CL), ai componenti dell’Associazione “Il Girasole” di Lascari (PA) che hanno sfilato con i magnifici abiti Rinascimentali, al Gruppo Folk “A Funtana” di Motta d’Affermo (ME) e a tutti i volontari che sono stati coinvolti in questa splendida edizione ESCLUSIVAMENTE castelbuonese.

Ringrazio tutti gli Sponsor e in particolare a: Davide Bonato per averci omaggiato il riso Carnaroli che produce con la sua società conosciuta in tutto il mondo la Dada Foodies – enogastronomia di nicchia,
alla Felsen Brau SanMarco Distribuzione Srl di Basilio Monici, alla MD Mobile di Mario Drago, a Hdi Assicurazioni Agente Generale Pina Ippolito e a quanti hanno preziosamente collaborato e contribuito alla realizzazione e al successo della VII Infiorata Città di Castelbuono.

Già da oggi siamo al lavoro per la prossima edizione e per valutare numerosi inviti pervenutici da altre città.
Arrivederci all’ 8^ edizione”.

Associazione Culturale
Promomadonie-Sicilia
Ufficio Stampa

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.