Proposta d’acquisto del Comune per l’impianto di compostaggio di C.da Cassanisa

Questa compagine amministrativa Comunale e i componenti della stessa, si sono sempre impegnati affinchè la gestione del ciclo dei rifiuti e del servizio idrico integrato,  rimanesse a capo degli Enti pubblici. Per quanto concerne  la gestione del Sistema Idrico Integrato (acqua e fognature) Castelbuono è uno tra i pochi Comuni in Sicilia ad aver ottenuto la deroga sul regime di salvaguardia, infatti, in sinergia con altri Comuni del comprensorio, sta lavorando per strutturare un programma di gestione sia sul piano tecnico della distribuzione che sul piano amministrativo. 

Per quanto riguarda invece la gestione del servizio inerente la raccolta dei rifiuti, l’Amministrazione Comunale, ad oggi,  ha operato per mezzo della Soc. “Castelbuono Ambiente”, soc. in house, 100% di proprietà del Comune. Nel ribadire la volontà della gestione pubblica, stiamo valutando l’opportunità che questo servizio possa essere gestito insieme ad altri Comuni che hanno dimostrato negli anni di essere virtuosi, sotto la gestione dell’AMA Rifiuto è Risorsa S.c.a.r.l. 

All’interno di questo progetto di gestione pubblica vogliamo mantenere l’impianto di compostaggio di C.da Cassanisa, oggi di proprietà di Ecologia e Ambiente soc. in liquidazione, la quale dovrà dismettere il patrimonio in suo possesso. In questa ottica, per evitare che una possibile asta potrebbe far arrivare privati, interessati all’impianto di compostaggio, il Comune di Castelbuono con Delibera di Giunta 141 del 26.10.2020 ha avanzato una proposta d’acquisto, impegnandosi in tal senso.  Sicuramente stiamo scongiurando l’arrivo nel nostro territorio di società private che sui rifiuti hanno costruito la loro fortuna a discapito delle casse comunali e dei tributi pagati dai cittadini. Si fa altresì presente che per la gestione, l’Amministrazione Comunale di concerto con la SRR di competenza, affiderà questo impianto ad una società che abbia tutti i requisiti a norma di legge, ma che sia controllata al 100% dagli Enti pubblici. “Ancora una volta -dichiara il Sindaco- stiamo lavorando per dare centralità al bene pubblico, senza cedere di un passo agli interessi privati che si muovono in questi settori fondamentali come l’acqua e la gestione dei reflui, la raccolta dei rifiuti e tutta la filiera dello smaltimento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.