Pubblicato lo studio sui rapaci diurni e notturni che ha visto coinvolto il Museo Naturalistico

La rete dei Musei Naturalistici dà i suoi risultati.

Lo studio “Primo inventario sulle collezioni di rapaci in Sicilia” portato avanti dal Museo di Zoologia P. Doderlein dell’Università degli studi di Palermo e da due studenti, Marco Tedesco e Giuseppina Mandalà che ha visto coinvolto il Museo Naturalistico Francesco Minà Palumbo e altri 14 Musei Naturalistici di Sicilia è stato pubblicato nel mese di dicembre sul volume 14/2020 di Museologia Scientifica dell’ANMS (Associazione Nazionale Musei Scientifici).

Il Lavoro era stato già presentato all’11° Meeting of European Bird Collection Curators” di Tel Aviv e al  XXIV Congresso ANMS (Associazione Nazionale Musei Scientifici) di Chieti.

Questo studio ha raccolto i dati di 16 istituzioni museali pubbliche e rappresenta il primo censimento delle collezioni siciliane di rapaci diurni e notturni. Il Museo Naturalistico Francesco Minà Palumbo ha contribuito allo studio con i suoi 36 rapaci. Questo lavoro può costituire un punto di partenza per studi futuri, che potranno dare maggiore visibilità alle  istituzioni coinvolte e contribuire alla conservazione della biodiversità.

Il Direttore

Dr. Francesco Toscano