“Pubblicità ingannevole. Ma da che parte stai?”

A vederlo fa un certo effetto. Da qualche anno c’è stato il boom dei siti internet delle testate giornalistiche. Tanti, anzichè andare a comprare il giornale al mattino, preferiscono leggerne il sito, con notizie sempre fresche oppure abbonarsi online, ricevendo una copia telematica del quotidiano. Sembrerebbe tutto gratuito, in verità il pagamento avviene indirettamente attraverso tutti i banner pubblicitari che ci sorbiamo. Spuntano da ovunque, come immagini, suoni o video e bisogna stare molto attenti a dove si clicca con il mouse perché c’è il pericolo che involontariamente si è aperto un link di chissà quale marchio pubblicizzato. Un problema che sorge spesso è il poco controllo sulla coerenza tra ciò che si pubblicizza e l’informazione giornalistica che viene data all’interna della stessa pagina internet, in pratica accade che il messaggio pubblicitario entri in palese contrasto con il messaggio contenuto nell’articolo che si vuole leggere. Mi è successo ad esempio ieri mattina quando, leggendo sul sito www.repubblica.it un articolo interessante sullo sciopero dei facchini dei corrieri espressi, sullo sfondo campeggiava praticamente ovunque lo spot di un corriere, con gente dai tratti somatici nord africani intenta a scaricare un mezzo. L’articolo descriveva la cronaca dello sciopero avvenuto all’interporto di Bologna, dove centinaia di operatori della logistica, assunti tramite cooperative dai vari Bartolini, Sda, Fercam etc., hanno bloccato il movimento merci per una mezza giornata. Guidato da alcuni movimenti sindacali, hanno rivendicato i fondamentali diritti dei lavoratori, al grido di “Logistica razzista, lavoro da schiavista”, perché spesso gli operatori logistici li trattano da schiavi. Di solito sono lavori svolti da stranieri, come quelli della pubblicità appunto. L’occasione dell’ultima protesta è scattata dopo il licenziamento di alcune donne in stato di maternità, palesando l’incoerenza di un sistema lavorativo che continua a discriminare in base a condizione sociale e provenienza etnica.

A Giovedì prossimo.

?Oltre Fiumara ? Rubrica settimanale che apre uno spiraglio tra le cinta murarie del borgo, per far passare qualche notizia fuori dal comune.?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.