PUTIA art gallery, inaugurata la mostra di Linda Randazzo

locandina-linda-randazzo-web

Nell’ambito della programmazione artistico-culturale proposta da PUTIA art gallery, Castelbuono (PA), si prevedono ancora due appuntamenti per questo fine 2016. Pittura e fotografia sono i linguaggi che saranno proposti in due “parentesi”, che saranno inaugurate rispettivamente venerdì 18 novembre e venerdì 9 dicembre 2016.

Si comincia con Linda Randazzo, artista palermitana, dalla creatività esplosiva, dal carattere esuberante, pittrice innamorata della pittura, visceralmente legata alla Sicilia. Di questa terra l’artista vive e rappresenta le contraddizioni, per le quali ogni cosa assume una doppia valenza. Il sole riscalda e soffoca, così come la luce illumina e abbaglia. Ma ciò che in altri resterebbero delle contraddizioni in Linda, attraverso la pittura, trovano una via di conciliazione trasformandosi in energia vitale.

Ritrattista, amante di tutta la storia del ritratto, pur ammirando il rigore classico della pittura italiana si dichiara espressionista a livello gestuale. I suoi personaggi non necessitano di troppi dettagli per raccontarsi. Lo fanno attraverso la profondità dello sguardo che l’artista cattura e ripropone con pennellate dense e spesse, quando si tratta di pittura ad olio, o leggere e sinuose, quando adopera l’acquerello. Questi due modi di dipingere, apparentemente opposti, rispecchiano la complessità della’artista, energica e fragile, tenera e ribelle, innamorata e arrabbiata. Sempre comunque vitale.

La “Parentesi” che su di lei PUTIA art gallery apre è costituita da acquerelli, oli e disegni che raffigurano scene quotidiane, soggetti “semplici”,  con una visione impersonale, in cui l’io pittorico si fonde con il soggetto rappresentato, nella consapevolezza di essere parte di un tutto.

Sponsor: Ristorante Palazzaccio e Abbazia Santa Anastasia

a cura di Stefania Cordone

Vernissage venerdì 18 novembre, ore 19,00

PUTIA art gallery
Cortile poggio san Pietro, 3 bis
Castelbuono (PA)

info e contatti:
info@putia.eu
stefania@putia.eu
+39 329 45 68 226

Biografia
Linda Randazzo nasce a Palermo, dove vive e lavora. Dopo il liceo artistico, si diploma presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo in Scenografia con il prof. re Enzo Patti, specializzandosi successivamente  in Pittura con il prof. re Alessandro Bazan. Conclude con un master in Design per il Teatro presso il Polidesign di Milano, con una tesi progettuale per la messa in scena de “La signora delle camelie” per il Teatro Stabile di Bologna, revisionata dal direttore degli allestimenti scenici del Teatro alla Scala, Ruggero Bellini.
Ha collaborato come assistente costumista presso il Teatro Garibaldi di Palermo/Unione dei Teatri d’Europa per il regista Claudio Collovà e per progetti del Saint. Martins college di Londra sotto la regia di Andrea Cusumano. In seguito si dedica alle maestranze per produzioni indipendenti del regista Michel Ferraro (Miramfilm production), come scenografa /costumista teatrale e cinematografica.
Comincia la sua attività di artista partecipando a workshop e performance. All’attività teatrale affianca quella pittorica, decidendo di ereditare fortune e sventure della pittura siciliana, rinnegandola  a volte, dedicandosi alla produzione di piccoli documentari amatoriali, scrivendo racconti, stringendo rapporti con musicisti e artisti e lavorando come curatrice. Espone in musei e fondazioni, si conquista la posizione di giovane artista emergente siciliana. Molti si interessano al suo lavoro con interviste e recensioni; è presente in diverse collezioni, lavora con diversi curatori e il suo lavoro viene archiviato dal Museo Riso di Palermo, Museo di arte contemporanea della Sicilia. Espone in Cina, Spagna, Serbia.

Mostre personali

2016

“People”, a cura di Stefania Galegati, Caffè Internazionale, Palermo
“Paradiso Perduto”, a cura di Tiziana Pantaleo, Atelier spazio Incontri in Arte, Palermo.
2015
“Linda’s Space”, a cura di Gianni Gebbia, teatro Garibaldi di Palermo alla Kalsa.
2012
“Linda Randazzo”, show room, atelier Spazioif Roma, a cura di Irene Ferrara, Roma.
2010
“Nessuno di veramente importante”, solo show a cura di Helga Marsala , Zelle Arte Contemporanea, Palermo.

Mostre collettive
2016
“Panorama Italiano”, a cura di Gianfranco Labrosciano, Museo delle Arti e dei mestieri, MaM, Cosenza
“Sicilian Rhapsody”, La Piana Arte Contemporanea, Palermo
2015
“Punto linea” e superficie, Lab 4 Contemporary  Art Gallery, Palermo
“Xmas Wall!”, Galleria Francesco Pantaleone Arte Contemporanea, Palermo
“Premio Fam giovani per le arti visive”, Fabriche Chiaramontane, Agrigento
“Sicilia Dives”, a cura di Giancarlo Lambrosciano, Palazzo Moncada, Caltanissetta
“Noi per le donne”, a cura di Anna Maria Ruta, Palazzo s. Elia, Palermo
2014
“Palermo Domina 23”, a cura di Laura Francesca Di Trapani, Palazzo Ziino, Palermo
“Sicilian Rapsody 2”, a cura di Massimo La Piana Arte Contemporanea, Palermo
“Macerie”, un progetto di Andrea Mineo, Palazzo Costantino di Napoli, Palermo
2013
“Aziza”, Zac Artisti in work, Cantieri Culturali alla Zisa, Palermo
“Amici”, Spazio Cannatella, a cura di Tiziana Pantaleo, Palermo
“Sicilian  Rapsody”,   Galleria La Piana Arte Contemporanea, Palermo
“Centanni d’arte a Palermo”, galleria La Rocca, Palermo
“Mi votu e mi rivotu”, a cura di Tiziana Pantaleo, TAC – Temporary Art Café. Torino
2012
“A Better World”, a cura di Studio 427 e Microclima, Serra dei Giardini, Venezia
“Duriora Decoxi”, a cura di Vittoria Alliata e Panaria Film, Villa Valguarnera, Bagheria
“Ferus”, a cura dell’Associazione Nazionale Magistrati in collaborazione con l’Associazione culturale
50mt. Catania, Palazzo di Giustizia di Catania
“Io siamo/santa chiara”, a cura di Giusi Diana, Museo d?arte contemporanea della Sicilia Riso, Palermo
2011
“Casa aut (SIKANIA RISING PROJECT)”, a cura del Laboratorio Saccardi, Associazione culturale Casamemoria, Associazione culturale Peppino Impastato, Cinisi (Pa).
2010
“Sei per la legalità”, a cura di Paolo Falcone, Fondazione Sambuca, Palermo
“Real presence”, a cura di Dobrila Denegri, Biljana Tomic, Museo della storia militare, Belgrado, Serbia
“Sweet Sheets moves to Modica”, Palazzo della Cultura, Modica
2009
“Sweet  Sheets III”,  Zelle Arte Contemporanea, Palermo
“Pre-visioni”, un progetto di Bruno Corà a cura di Daniela Bigi e Ambra Stazzone, Fondazione Puglisi Cosentino, Catania
“Beautiful Freak (La belleza de la diferencia)”, Forja Arte Contemporáneo, Valencia, Spagna
2008
“Gymnopedies”, Associazione Farm, La Baia Dei Porci, Giardini Lorusso, Bologna
“Fuori Rotta / Off Course”, a cura di Helga Marsala, con un contributo critico di Enrico Crispolti, Galleria dell’Arco, Shangai, Cina
“Sweet Sheets II”, Zelle Arte Contemporanea, Palermo
2007
“Passport. Le officine dell’arte”, a cura di Daniela Bigi e Gianna Di Piazza, Cantieri Culturali alla Zisa, Palermo
Sweet Sheets, Zelle Arte Contemporanea, Palermo
2006
“Contaminazioni 07”, Balestrate (Pa)
“Miscellaneart”, a cura di Laura Di Trapani, Galleria Biotos, Palermo
2004
“Nervi saldi, Le Officine dell’arte II edizione”, a cura di Marco Cingolani, Alessandro Bazan, Spazio Nuovo, Cantieri culturali alla Zisa, Palermo
2003
“Visioni e nuovi paesaggi”, S. Maria dello Spasimo, Palermo
“Dalle vedute dell’800 alla fotografia contemporanea, Città e mare”, Arsenale Borbonico di Palermo, per il Museo Regionale di arte Moderna, Palermo

Workshop e residenze
2015 / “Goldismiths College Recidence”, a cura di Andrea Cusumano, Cantieri Culturali alla Zisa, Palermo
2013 / “Der eigene Spur Con Veit Johannes Stratmann,” workshop di pittura, Cantieri culturali alla Zisa, Palermo
2010 / “Real presence”, residenza e workshop a cura di Dobrila Denegri, Biljana Tomic?, Belgrado, Serbia
2009 / Workshop teatrale, a cura della compagnia “Teatro de Los Sentidos”, Museo Riso, Palermo.
2009 / “Il tempo della notte”, a cura di Emilio Fantin, Istituzione Parco della Laguna, Galleria Contemporaneo, Mestre (“Isola mondo” evento collaterale “Krossing” alla  53° Biennale di Venezia), Torre Massimiliana Isola di S. Erasmo. Venezia
2007 / “Le officine dell’arte”, workshop con Alberto Garutti, a cura di Daniela Bigi, Cantieri culturali alla Zisa, Palermo.
2006 / Workshop internazionale diretto da John Bock, a cura di Emilia Valenza e Ida Parlavecchio, 6° edizione del Genio di Palermo, Chiesa di santa Maria allo Spasimo, Palermo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.