Raggira un’anziana e svuota il conto Castelbuono, in manette un 67enne

[livesicilia.it] Approfittando della sua malattia, era riuscito ad ottenere la sua piena fiducia, al punto da gestire le sue finanze. Nel mirino di un 67enne è finita una donna di novant’anni che vive da sola a Castelbuono. Affetta dal morbo di Alzheimer e assistita solo da una badante, sarebbe stata raggirata fino ad essere convinta a vendere un terreno che si trova a Pollina, in provincia di Palermo.

Uno stratagemma escogitato dall’uomo con l’obiettivo di far finire nelle proprie tasche migliaia di euro, ma che è costato l’arresto a Domenico Cilluffo, accusato di circonvenzione di persona incapace ed estorsione. In base a quanto ricostruito dagli investigatori, l’uomo era ormai entrato da tempo in contatto con l’anziana. Pur non essendo legati da alcun vincolo di parentela, era riuscito ad avere la delega per gestire il conto corrente intestato alla donna, a cui aveva anche chiesto il versamento periodico dei contributi lavorativi, come se fosse un suo dipendente.

Il “colpaccio” sarebbe avvenuto negli ultimi due anni, ovvero dopo la compravendita del terreno: in questo arco di tempo, infatti, l’uomo avrebbe letteralmente svuotato il conto dell’anziana, rivolgendosi sia a lei che alla badante rumena con tono minaccioso e condizionandole psicologicamente. Un tunnel da cui le due donne sono uscite soltanto grazie alla denuncia e alle indagini dei carabinieri della compagnia di cefalù, che sono risaliti alle responsabilità del 67enne. Per Cilluffo la Procura di Termini Imerese ha disposto i domiciliari.