Regione Siciliana. Tre funzionari arrestati con l’accusa di aver falsificato i dati sui contagi

[da ilpost.it] Una dirigente della Regione Sicilia e due suoi collaboratori sono accusati di aver falsificato i dati dei contagi inviati all’Istituto superiore di sanità per mantenere la situazione epidemiologica sotto le soglie di allerta. I tre funzionari – la dirigente Maria Letizia Di Liberti e i suoi collaboratori Salvatore Cusimano ed Emilio Madonia – sono agli arresti domiciliari per falso materiale e ideologico, mentre l’assessore alla Salute della Regione Sicilia, Ruggero Razza, risulta indagato.

L’inchiesta è nata da un’altra indagine dei carabinieri sui risultati errati di centinaia di tamponi esaminati da un laboratorio di Alcamo, in provincia di Trapani. Dalle intercettazioni avviate lo scorso anno sono emerse alcune conversazioni sospette in cui la dirigente e i suoi collaboratori parlavano di modificare i dati giornalieri dei contagi e dei tamponi. Secondo il giudice per le indagini preliminari, quello messo in atto è «un disegno politico scellerato a cui sembra estraneo il presidente della Regione Musumeci, che anzi pare tratto in inganno dalle false informazioni che gli vengono riferite».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.