Ricerca sponsor per l’arredo del Municipio

L?Amministrazione Comunale è intenzionata ad allestire la Casa Comunale di Via Sant?Anna con fotografie, stampe e quadri, selezionati dal Settore attività culturali.

Le aziende interessate a sponsorizzare l?acquisto o il restauro dei suddetti beni possono far pervenire richiesta al Sindaco con lettera da trasmettere all?ufficio protocollo, specificando l?importo disponibile da investire.

Si fa presente che i nomi delle aziende che concorreranno all?acquisto o al restauro degli elementi di arredo di cui sopra, verranno evidenziati accanto alle opere.

Ringraziando anticipatamente coloro i quali parteciperanno all?iniziativa si porgono distinti saluti.

IL SINDACO
Mario Cicero

3 Commenti

  1. Il Sindaco Cicero cerca sponsor per il “decoro” (non arredo, che sono i mobili e le suppellettili di lavoro e attrezzature degli uffici !) degli spazi interni della Casa comunale e noi cerchiamo chi ci possa dare informazioni sull’ effettuato o meno collaudo finale dei lavori di ristrutturazione (non il collaudo tecnico-amministrativo made in Italy !) e relativa presa in consegna dell’ immobile ristrutturato. Il Sindaco Cicero e il suo team di solerti collaboratori ci lasceranno una Castelbuono ridente con una florida economia intrisa di odori della cucina locale, musica rock e taratatà. Mi facciano dire – il Sindaco e la sua “assessora” all’ Urbanistica (povera disciplina, il mio caro Nunzio Marsiglia !), Signora Romè – che i compensi che si sono presi nel corso degli anni sono stati buttati al vento. E se questa deve essere la rotta da seguire in Italia e, soprattutto, in Sicilia dove la disoccupazione si taglia con il coltello, beh . . . mangia cavallo e buon lavoro (ma veramente buono) a coloro che arriveranno ritenendo che il “mestiere” sarà loro facile. Le domande che sorgono spontanee nel caso specifico sono: quale cultura di lavoro ha portato seco il Signor Cicero ? Quale impronta ha conferito all’ apparato burocratico e cosa lascerà a tramonto effettuato. Ma un’ altra domanda dovrebbe interessare i cittadini-elettori ogni volta che sono chiamati alle urne: sulla base di quali titoli, caratteristiche, qualità, etc., dovranno continuare a scegliere i loro idoli, o se tutto il ridicolo sistema costruito su materissini d’ aria contenenti primarie, presunte qualità professionali e morali, esperienza di vita, etc., dovrà – alla luce del disastro nazionale che dovrebbe essere sotto gli occhi di tutti – continuare ad animare il teatrino delle “scimmie di culotta”. Meno male che a colmare il vuoto corre in aiuto il presidente della Provincia, il Signor Avanti Popolo, oggi ad Alimena per occuparsi di cose di competenza di un ben altro articolato apparato reg. le con una Provincia riveduta e corretta nella sua funzione “amministrativa e non politica”, collocata tra il Comprensorio ed una capitozzata burocrazia regionale. Né dal video messo a disposizione dal sito madonielive si è potuto capire cos’ abbia voluto voluto esprimere la “dottoressa” intervenuta dopo i giri di valzer del presidente provinciale, Signor Avanti Popolo. Intanto tra una lectio veramente “magistralis” alla London school of economics (non quelle di Fini e Casini) e una intervista al Financial Times, il Prof. Monti cerca sostegno e conforto con contorno di governance e responso della City e dei mercati, in una Europa che nella Germania vede la causa di molti mali. Perché ? Ve lo posso assicurare in quanto in questo straordinario Paese vivo e lavoro da + di 40 anni: la ragione va ricercata nell’ impegno quotidianamente investito e finalizzato a far bene le cose al punto da far pronosticare al Governo l’ ipotesi di un record occupazionale per il 2012. E già . . . mentre noi a Castelbuono attendiamo ancora le risposte del Signor Capuana alle 10 domande postegli dal giornalista Spallino su un exploit della locale lotteria artigianale. Intanto i gettoni di presenza liquidati ai membri dell’ apposita Commissioni sono stati distribuiti e sciolti nel nulla come la prima neve caduta sui Monticelli. Buona notte, Castelbuono !

  2. Per la Casa Comunale in se il problema è semplicemente uno. A quasi un anno dalla fine dei lavori, dopo la “telenovela” estivo-autunnale delle piastrelle che cadevano: QUANDO IL “NUOVO” MUNICIPIO APRIRÀ I BATTENTI NELLA SUA TOTALITÀ? Vogliamo dal Sindaco una data certa e non una data all’italiana o peggio alla siciliana, del collaudo definitivo e del trasferimento di tutti gli uffici in Via S. Anna? Di spot pre-elettorali, tipo questo sulla ricerca di sponsor per il ?decoro? del Municipio, ne abbiamo fin sopra i capelli già a livello di politica nazionale, quelli della politica locale sono proprio un ?valore aggiunto? di cui ne faremmo proprio almeno.

    Antonio2

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.