Ricordando il conferimento della cittadinanza onoraria a Daisaku e Kaneka Ikeda – 20 anni di amicizia

Vent’anni fa la comunità di Castelbuono sceglieva di conferire la massima onorificenza, la cittadinanza onoraria, a Daisaku Ikeda e sua moglie Kaneko.

Ikeda, educatore e leader religioso, è una tra le personalità più influenti del novecento, attivista per la pace e contro la violenza, fondatore di numerose università e istituti di educazione in Giappone e in tutto il mondo. Guida del movimento buddista internazionale che si richiama all’insegnamento di Nichiren Daishonin. È presidente dell’associazione buddista laica Soka Gakkai Internazionale (SGI), che conta membri in 192 paesi al mondo. Fondatore dell’Istituto di Filosofia Orientale e dell’Università Soka. 

Al fine di perseguire l’obiettivo di pace e dialogo fra i popoli, negli anni, ha costruito una rete di conoscenze e cooperazioni in tutto il mondo, legando rapporti con capi di Stato, attivisti ed esponenti culturali.

Nel corso della sua attività ha ricevuto numerosissime onorificenze, su tutte nel 1983 è stato insignito del premio delle Nazioni Unite per la Pace.

Vogliamo ricordare i vent’anni dal conferimento della cittadinanza onoraria per riaffermare il legame di amicizia tra la comunità di Castelbuono e Daisaku e Kaneko Ikeda, e per portare avanti una riflessione sui valori che hanno ispirato l’azione dello stesso, quali la pace, la non violenza, il rispetto per gli altri e per l’ambiente.

L’iniziativa, promossa dal Comune di Castelbuono grazie alla collaborazione con l’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai, vedrà la partecipazione del presidente nazionale dell’Istituto Alberto Aprea, dell’ex Sindaco di Castelbuono Giuseppe Mazzola, che promosse il conferimento della cittadinanza onoraria nel 2001, e dell’attuale Sindaco Mario Cicero.

L’incontro si terrà sabato 17 aprile alle ore 17.30 e verrà trasmesso con una diretta sulla pagina facebook del Comune di Castelbuono.