Rifiuti, il Sindaco risponde all’allarme dei grillini

Il Sindaco risponde sul Caleidoscopio all’allarme lanciato dagli attivisti castelbuonesi del M5S sulla gestione dei rifiuti.

Sulla vicenda abbiamo voluto sentire il Sindaco, chiedendogli spiegazioni sulle motivazioni che hanno portato alla chiusura dell’impianto di compostaggio, notizie sulla riapertura e se non era il caso, nelle more, di conferire l’umido in un altro impianto di compostaggio (ammesso che ne esista un altro nel nostro comprensorio). In particolare ad Antonio Tumminello abbiamo chiesto  “non pensa che l’accaduto possa scoraggiare i cittadini a differenziare i rifiuti e portarli a perdere i risultati ottenuti negli anni passati?  Non crede che, in un certo senso, sia anche un danno all’immagine di Castelbuono che era diventata esempio di buone pratiche grazie alla raccolta porta a porta effettuata con gli asinelli?

Ma la risposta ottenuta dal primo cittadino di Castelbuono non è quella che ci aspettavamo.

«Condivido molte delle considerazioni svolte dal Movimento 5 Stelle, – risponde – ritengo che queste domande vanno poste al Commissario Straordinario dott.  Salvatore Gueli che gestisce per conto del Comune il servizio di raccolta dei Rifiuti Solidi Urbani. Il Comune infatti, in merito alle domande poste, purtroppo malgrado le continue e ripetute sollecitazioni non riesce a far sì che la situazione trovi definitiva soluzione».

In modo che a noi è sembrato piuttosto sfuggente, Tumminello non smentisce le affermazioni dei grillini né chiarisce la vicenda sulla chiusura dell’impianto di compostaggio, ma si limita a lanciare la patata bollente al Commissario dell’Ato. Vero è che il Comune di Castelbuono non gestisce il servizio, ma vero è pure che lo steso Comune deve esercitare un controllo sul fornitore del servizio, ovvero sull’Ato, nella duplice veste di “cliente” e di socio.

Al momento quindi, nel bel mezzo delle festività natalizie, siamo impossibilitati a riferire di più, ma contiamo, nei prossimi giorni,  di approfondire la questione “emergenza rifiuti a Castelbuono”, un’emergenza che senz’altro “sotto banco” coinvolge anche altri Comuni del comprensorio.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.