Riparte “Teatri di Pietra”

(AGI) – Palermo, 20 mag. – “Teatri di Pietra Sicilia” compie cinque anni e oggi e’ stata presentata la nuova edizione siciliana della rete culturale ideata e organizzata dall’Associazione Capua Antica Festival. Dieci i siti certamente coinvolti: Teatro Antico di Morgantina, ad Aidone (Enna), la Necropoli Realmese, a Calascibetta (Enna), Sant’Ippolito, a Piazza Armerina, Teatro Antico di Eraclea Minoa, a Cattolica Eraclea (Agrigento), Tempio di Hera, a Selinunte (Trapani), Parco Archeologico di Palmintelli, a Caltanissetta, Parco di Kaukana, a Santa Croce Camerina (Ragusa), Cava di Pietra Franco, a Modica, Castello di Ventimiglia, a Castelbuono, Ex Convento dei Gesuiti, a Noto.

Tre siti potrebbero entrare a far parte del circuito: Ortigia, Gela e San Cipirello. Previste oltre quarantacinque rappresentazioni. Tra gli spettacoli la rete ne ospitera’ due che la scorsa edizione hanno mietuto consensi da parte di pubblico e critica. Si tratta di “Ione”, tratto da Euripide, l’ilaro-tragedia tra i piu’ antichi esempi di dramma a intreccio che vede protagonisti in questa versione Sebastiano Tringali, Stefano Annoni e l’etnea Cinzia Maccagnano; e il fortunatissimo “Sorelle di sangue” – tratto da “Crisotemi” di Ghiannis Ritsos ed “Elektra” di Hugo von Hofmannsthal – con Elisabetta Pozzi. Tra le novita’ dieci nuovissimi spettacoli, tra cui “Hercules Furens” con Vincenzo Pirrotta; “Satyricon Hotel” con Ernesto Lama e Sebastiano Tringali; “L’Iliade – da Omero a Omero” con Sebastiano Lomonaco; “Odissea Penelope” con Iaia Forte; “Minnazza” di e con Leo Gullotta; “Turandot – ovvero storia strana e misteriosa di una principessa” di Carlo Gozzi con la regia di Manuel Giliberti, lo spettacolo di danza “Instrument I e III” di Roberto Zappala’, sulle musiche originali dei Lautari e Alfio Antico, “Le Erinni” di cui firmera’ la regia Aurelio Gatti e “Le Supplici” prodotto dall’Istituto di Dramma Antico. Fitto il calendario di quest’anno che, fino a meta’ agosto, ospitera’ numerosi artisti ed i piu’ noti protagonisti della scena, in una ricca vetrina di opere che, spaziando dal teatro classico alla musica fino alla nuova drammaturgia e alla danza, si distinguono per la qualita’ e l’originalita’ della ricerca. Oltre quarantacinque le rappresentazioni per un programma interamente consacrato al tema “classico” e fortemente dedicato alla cultura del Mediterraneo e dei suoi territori, con artisti del calibro di Flavio Bucci, Virginio Gazzolo, Debora Caprioglio, Carlo Muratori, Lia Chiappara, Andrea Tidona, Ivana Monti, Miriam Palma e molti altri. L’intento del progetto “Teatri di Pietra” e’ quello di realizzare una rete culturale nel Mezzogiorno fondata sul grande patrimonio dei teatri antichi. (AGI) Mrg

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.