Riviera beffato al 90′ contro il Castelbuono: 1-1

[MESSINANELPALLONE.IT – Emanuele Rigano] Occasione sprecata per il Riviera Nord nella gara interna contro il Castelbuono. I messinesi del presidente De Domenico si sono fatti rimontare al novantesimo dopo essere passati in vantaggio nel secondo tempo con un gol di Vlad.

Sfida inizialmente molto nervosa, con tanti interventi duri e pioggia di cartellini gialli. L’arbitro Battiato di Acireale fischia spesso e spezzetta il gioco. Il Riviera si fa pericoloso al 19′: punizione da destra di Lo Surdo, sponda di testa di CaristiVlad colpisce come puo’ e Cicero blocca sicuro. Risposta al 27′ del Castelbuono con un tiro da fermo dal limite dell’area di Cipriano, il cui sinistro a giro supera la barriera e finisce di poco fuori. Stesso copione cinque minuti dopo da posizione più decentrata. Al 39′ è invece Lavecchia a provarci da punizione dal limite, deviata dalla barriera. Le azioni da rete latitano.

La ripresa si apre con un pericoloso inserimento in area di Vlad, che stoppa a seguire mal calcia troppo debolmente. Al 57′ diagonale secco e preciso di Lavecchia diretto all’incrocio, Cicero si supera e toglie la palla dal sette con i pugni. E’ il preludio al vantaggio siglato al 68′: Vlad lavora un pallone sporco all’altezza del dischetto, calcia di destro e insacca sotto la traversa. Lo stesso Vlad ha l’occasione di raddoppiare al 76′, ma invece di calciare prova il servizio, errato, per Lavecchia. Il Castelbuono passa al 4-2-4 e aumenta la pressione, mentre il Riviera arretra troppo il baricentro. Girata di Mandarano al 39′ che fa la barba al palo alla sinistra di Sanfilippo. Proprio al 90′ la palla danza davanti la porta di Sanfilippo, la colpisce Mandarano ma termina lentamente fuori. Il pareggio arriva nel recupero con un diagonale mancino dal limite di Centorbi che si infila all’angolino. Iaculano di testa “rischia” addirittura il colpaccio, ma finisce 1-1.

Un punto che serve poco ad entrambe, che restano in piena zona playout.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.