Rossi per la Birmania

C?è poco da dire, la situazione in Birmania è sempre più assurda. Per questo motivo, Castelbuono.Org si è tinto di rosso, aderendo al gesto simbolico mondiale di solidarietà alla Birmania e alla libertà di stampa. Non servirà a nulla, ma “indosseremo” questo colore fino a lunedì.

9 Commenti

  1. …se in Birmania ci fosse stato del petrolio lo sceriffo Bush avrebbe già inviato le truppe..ma in Birmania come in Darfur il petrolio non c’è!
    e noi siamo tranquilli….se un giorno lo Stato Italiano tenterà con un colpo di stato contro la mafia lo Sceriffo manderà le sue truppe…perchè in Sicilia il petrolio c’è!

    solidarietà al popolo birmano…

  2. ?se in Birmania ci fosse stato del petrolio il popolo dei pacifisti o degli pseudopacifisti avrebbe già fatto manifestazioni in ogni dove… ma in Birmania come in Darfur il petrolio non c?è!

    solidarietà al popolo birmano?

  3. Quello che sta succedendo in Birmania è assolutamente inaccettabile: non è possibile che al giorno d’oggi esistano ancora dei regimi militari così cruenti e in grado di tenere in stato d’assedio un intero popolo che non può, dunque, esprimere liberamente il proprio dissenso.
    Non è accettabile la censura ai mezzi d’informazione che il governo locale sta attuando.
    Confermando la mia assoluta solidarietà nei confronti del popolo birmano, credo che le Nazioni Unite debbano intervenire al più presto per risolvere questo grave problema.

  4. Anvedi che in Sicilia c’era il petrolio e lo sapeva solo Ophrys…!

    Scusate ma poi cosa c’entra la mafia?
    E’ come se io ora faccio un collegamento ipertestuale con gli asinelli spazzini, e castelbuono.org non pubblica il commento…

  5. possiamo fare di più? L’iniziativa del bolg è bellissima e denota molta sensibilità… mi chiedo vista la facilità di dialogo che c’è nei blog, facciamo divenatre questo gesto più grande… che ne pensate.
    Io non so come, ma sarebbe davvero importante.

  6. Bono ha detto che sta pregando per i monaci birmani…considerando che ha fatto le stesse preghiere per Pavarotti, la vedo davvero dura…cmq, al di là di tutto, e al di là dei colori, la vicenda Birmania è drammatica da molto, troppo tempo…il problema è che si ritiene sempre più importante lo schizofrenico paranoide bocconiano di Garlasco

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.