Sabato 16 maggio la puntata di Sereno Variabile su Castelbuono e Cefalù

[ilvelino.it] Due città della Sicilia a confronto nella puntata di Sereno Variabile, il programma condotto da Osvaldo Bevilacqua, in onda sabato 16 maggio alle 17:10 su Rai 2. Il conduttore, infatti, presenterà le migliori offerte turistiche di Cefalù e Castelbuono, due comuni tra la costa e l’interno della provincia di Palermo. A Cefalù si parlerà del Duomo, in procinto di essere inserito nella lista del Patrimonio dell’umanità dell’Unesco.

Passeggiando per le vie del centro storico Bevilacqua visiterà poi alcune botteghe, tra cui quella di un artigiano divenuto famoso nel mondo delle corse automobilistiche per la creazione di scarpe speciali adottate dai più famosi piloti di Formula1. Nel porto, invece, il conduttore si intratterrà con alcuni pescatori appena rientrati dalla pesca quotidiana e, nei dintorni della città, incontrerà dei giovani imprenditori che hanno impiantato allevamenti di lumache ricavando prodotti cosmetici e alimentari come il “caviale” di lumaca.

Le telecamere del programma si sposteranno poi a Castelbuono dove Bevilacqua farà conoscenza con alcune ricamatrici e con gli operatori ecologici della città, che per la raccolta dei rifiuti si avvalgono dell’opera di alcuni robusti e simpatici asinelli. Nella Cappella palatina del castello dei Ventimiglia di Castelbuono si assisterà all’eccezionale apertura della teca che conserva le reliquie del Sacro Teschio di Sant’Anna, oggetto di culto e venerazione nella cittadina siciliana. Si parlerà poi della possibilità di effettuare escursioni e trekking a cavallo sui sentieri del Parco delle Madonie con soste per assaporare i piatti e i sapori tipici della tradizione gastronomica locale.

Sereno Variabile incontrerà, poi, un giovane e coraggioso deltaplanista protagonista dell’avventuroso salvataggio di un daino rimasto imprigionato dal filo spinato su un impervio crinale delle Madonie. Infine, l’inviata Maria Teresa Giarratano si recherà nei dintorni di Roma per scoprire le attrattive turistiche della cittadina di Manziana, osservando il singolare fenomeno vulcanico della “caldara” e visitando le suggestive tombe etrusche.