San Giovanni 2015. Alla “Botte” il premio della miglior “quarara” 2015

La manifestazione, a detta di tanti, ha incontrato il favore e la partecipazione dei cittadini di Castelbuono ed anche quella di visitatori provenienti dai Comuni limitrofi ed oltre.
Notate diverse comitive di turisti stranieri alloggiati nelle strutture alberghiere della costa.
A seguito dell’emanazione di apposito Bando nel periodo precedente lo svolgimento della Sagra si è provveduto ad assegnare un riconoscimento alla migliore postazione di “quarare” che per qualità dei prodotti, senso dell’accoglienza nei confronti dei turisti, allestimento scenografico in tema, ha interpretato, a parere di una apposita commissione rimasta segreta e che ha visitato i siti durante la manifestazione, il vero spirito della tradizionale Festa di San Giovanni.
Diverse postazioni sarebbero state meritevoli di un riconoscimento ma il premio messo in palio
(un ottimo pannello di ceramica dipinta a mano realizzato dall’azienda locale “Castelbuono Arte” di Barbara Morisca) sarà assegnato quest’anno alla postazione realizzata da”La Botte” di via S. Anna.
La motivazione che ha prodotto questo risultato, a parere dei componenti della Commissione, consiste, oltre ad avere soddisfatto tutti i requisiti previsti nel citato Bando, nell’avere coinvolto il mondo dei bambini in una atmosfera di “sagra” paesana con la predisposizione di strutture gonfiabili, palloncini ed altro. E’ noto e comprensibile il poco “appeal” dei bambini nei confronti delle fave bollite, patate, vino etc.
Detta scenografia ha reso, si ritiene, particolarmente felici piccoli e genitori.
Un cenno particolare alle pergamene di “cumparanza e cummaranza” che hanno riscontrato notevole gradimento presso il pubblico soprattutto giovane. Diversi, infatti, hanno deciso di ratificare il loro stretto rapporto di affetto divenendo compari di San Giovanni.
Un doveroso riconoscimento per quanti, Autorità civili e Forze dell’ordine, hanno contribuito alla realizzazione della Festa.
Infine un pauso particolare agli organizzatori delle postazioni delle “quarare” per il grande e gravoso lavorio che li ha visti impegnati per diversi giorni nella preparazione degli alimenti da offrire in degustazione.

1 commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.