Sandro Morici: “La bellezza di racconti nel Concorso Nazionale di Fotografia Città di Castelbuono”?

Anche quest’anno a Natale abbiamo ricevuto un regalo dall’amico Vincenzo Cucco: lo fa con discrezione e con eleganza, come suo solito, proprio a Natale, tempo di doni.

Si tratta del libro “Del fotografare: Ritratti, Architetture, Visioni” Volume II 2018-2021, promosso dall’Associazione di Promozione Sociale “Fotoriflettendo” (di cui Vincenzo Cucco è presidente), che nel 2020 si è evoluta dall’Associazione Culturale “Enzo La Grua”. Il volume raccoglie le foto premiate nelle edizioni del “Concorso Nazionale di Fotografia Città di Castelbuono” secondo il recente percorso temporale: il 2018 (con temi “L’altro” e “Castelbuono oggi”), il 2019 (con temi “Street Art” e “Castelbuono oggi”), il 2020 (causa pandemia è stata allestita una mostra antologica delle foto vincitrici dal 2000 al 2019), il 2021- 21° edizione (con temi “La finestra, uno sguardo dentro e fuori” e “Castelbuono: castello dei Ventimiglia, bene comune dal 1920 al 2020”).

Nel prendere in mano il libro c’è meraviglia: subito colpiscono la raffinatezza con cui è strutturato l’intero volume e la cura, direi l’amorevolezza con cui sono illustrate le singole immagini, tutte accompagnate da una nota didascalica di analisi critica rilasciata nel tempo dal prof. Aldo Gerbino, prof.ssa Anna Fici e prof. Girolamo Cusimano. Quando si sfoglia una pubblicazione di questo livello, la prima, istintiva espressione è: “che bello!”. E’ quindi il metro della “bellezza” che ci sorprende. 

Poi, però, normalmente si torna a rivedere quella pagina con le sue “belle” immagini per una analisi più accurata, più meditata. Potrebbe sorgere il dubbio: sono io idoneo ad esprimere un qualsiasi giudizio o commento, pur non essendo un esperto in critica valutativa? Credo che ad una tale esitazione, pur naturale e onestamente comprensibile, la risposta si possa ritrovare…in interrogativi del tipo: cosa ti dice quella foto, come e di cosa ti parla? E’ il “racconto” di una storia nelle sue tante espressioni?

Vincenzo Cucco

Ecco, il libro-catalogo di click, promosso dell’amico Vincenzo, mi (ci) parla al cuore, mi (ci) scuote sensazioni, impressioni, emozioni di stupore, di prodigio, di piacere, talvolta di tristezza, che riguardano il mondo che ci circonda. E’ di fatto un libro dallo sfondo sociologico. E questo è proprio in linea coerente con il lancio della nuova Associazione “Fotoriflettendo”, i cui obiettivi di promozione culturale riguardano attività e tematiche tipiche della nostra società.

D’altronde un concorso di fotografia ha proprio questi fini, nel cogliere, fissare ed offrire una serie di scatti ove dentro ci siano momenti, atteggiamenti, situazioni, suggestioni, costumi di vita nella loro “bellezza”: e dove c’è “il bello”, c’è arte.

Una foto che incontra i nostri occhi e, al tempo stesso, parla alla mente e al nostro cuore, non è altro che una raffinata pennellata della realtà, colta dalla istantanea sensibilità di un fotografo-artista: la foto diventa quindi il medium di una comunicazione estetica, appunto di “ritratti”, di “architetture”, di “visioni”.

 Tutto ciò nasce da un progetto culturale che Vincenzo Cucco ha portato avanti con successo nelle 21 edizioni del Concorso Nazionale di Fotografia Città di Castelbuono, ove ha voluto e saputo “coinvolgere, avvincere, appassionare” l’osservatore di tante straordinarie immagini: è un’opera meritoria di cui gli siamo profondamente grati. 

Roma, 4 febbraio 2022                                                                 
Sandro  Morici