“Sicilia e/è donna”. Castelbuono riscopre Giuseppina Turrisi Colonna

La letteratura come forma d?amore, un percorso interiore tanto travagliato quanto emozionante, la riscoperta artistica di Giuseppina Turrisi Colonna (1822-1848), una delle autrici più rappresentative dell?Ottocento siciliano, saranno protagonisti tra il 22 e il 23 agosto a Castelbuono in una due giorni che promette tanti spunti interessanti sotto il patrocinio dell?Assessorato dei Beni Culturali e dell?Identità siciliana della Regione Sicilia, del Comune di Castelbuono, del Museo Civico e del Comitato di Palermo della Società Dante Alighieri.
Le manifestazioni in ricordo di Giuseppina Turrisi Colonna si aprono il 22 agosto. Alle ore 18.00 si intitolerà una via dedicata alla poetessa; alle 18.30 ci sarà invece l?apertura al pubblico di Palazzo Turrisi Colonna che si trova in Corso Umberto I n.27.
Per apprezzare invece la poesia dei versi della Turrisi Colonna l?appuntamento è il 23 agosto. La riscoperta della poetessa siciliana sarà al centro del convegno ?Sicilia e/è donna. Letteratura e condizione femminile? nel quale si alterneranno al tavolo dei relatori la prof.ssa Domenica Perrone e la prof.ssa Donatella La Monaca, entrambe docenti di Letteratura italiana contemporanea presso l?Università di Palermo, e la giornalista Egle Palazzolo. A moderare e presentare l?incontro, che si svolgerà alle 18.00 presso la Sala del Principe del Castello di Ventimiglia, ci sarà il prof. Natale Tedesco, docente emerito di Letteratura italiana e raffinato saggista. Alle ore 21.30, nel suggestivo Chiostro di San Francesco, a seguire sarà messo in scena ?Dei miei sogni leggiadri la magia?, spettacolo teatrale incentrato sulla poesia di Giuseppina Turrisi Colonna con protagonista Laura Tedesco. Un viaggio all?interno delle liriche della scrittrice siciliana che rivelano come la letteratura può essere vissuta come forma d?amore sebbene aleggi continuamente il fantasma della morte.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.