Sinergia tra Curia, Amministrazione e Comunità per riaprire la Matrice Nuova

[Riceviamo e pubblichiamo] In seguito al distacco accidentale di un pezzo del cornicione sovrastante la navata centrale della Chiesa Madre della Natività di Maria Vergine, che tutti conosciamo come Matrice Nuova, avvenuto nella notte del 5 dicembre 2018, il parroco e arciprete della parrocchia, Don Francesco Casamento, ha prontamente informato dell’accaduto il Vescovo di Cefalù, S.E.R. Monsignor Giuseppe Marciante, il Sindaco di Castelbuono, Mario Cicero, e la Soprintendenza Beni culturali di Palermo; contestualmente ha disposto, per motivi di sicurezza, la chiusura immediata dell’edificio, avviando gli accertamenti tecnici.

Dagli accertamenti effettuati è emersa una situazione di forte criticità del cornicione interessato dal crollo, per tutta la sua lunghezza (circa 70 metri); la necessità di intervenire sia sul tetto della navata centrale per il ripristino e la sistemazione delle tegole di copertura, in molte parti distaccate, sia sul sottotetto sovrastante la cupola della navata centrale, per il ripristino di qualche trave e tavola ammalorata dalle infiltrazioni di acqua, sia sull’impianto elettrico, per la gran parte vetusto.

Proprio per la mole dei lavori da effettuare, la Curia, nella persona di S.E.R. il vescovo Monsignor Giuseppe Marciante, ha spontaneamente concesso un contributo straordinario di 20.000 euro per l’effettuazione di tali lavori.
Anche l’Amministrazione Comunale, interessata dal comitato spontaneo nato in parrocchia per sostenere tutte le iniziative necessarie alla riapertura della chiesa, nel corso di una affollata assemblea presso il salone parrocchiale tenutasi il 26 gennaio 2019, ha promesso, nelle persone del Sindaco Mario Cicero e del Presidente del Consiglio Mauro Piscitello, la concessione di un contributo di euro 25.000 da inserire nel prossimo bilancio comunale.

Grazie alla sensibilità dimostrata sia dalla Curia, sia dall’Amministrazione comunale, una volta acquisito il necessario parere della Soprintendenza ai Beni Culturali, verranno avviati i lavori di messa in sicurezza dell’edificio con l’assistenza di numerosi tecnici castelbuonesi e imprese e maestranze locali qualificate.
Nei prossimi giorni, infine, il Comitato spontaneo per la messa in sicurezza della Matrice avvierà una campagna di sensibilizzazione di tutta la comunità per una raccolta fondi straordinaria. I contributi concessi dalla Curia e promessi dall’Amministrazione comunale, infatti, non sono sufficienti per effettuare tutti i lavori, per cui necessita il sostegno economico di tutta la comunità castelbuonese.

La Matrice Nuova, edificio di grande valenza religiosa, sociale e culturale, è patrimonio di tutti i castelbuonesi a cui si chiede un atto di generosità per consentine la riapertura entro le festività di Pasqua.
Chiunque volesse procedere ad erogare un piccolo contributo per la riapertura della “Nostra Cattedrale” potrà effettuarlo direttamente in parrocchia rivolgendosi al Parroco o a mezzo Bonifico bancario sul seguente conto intestato a Parrocchia S. Natività di Maria Vergine di Castelbuono, causale “Erogazione Liberale per la Matrice Nuova”: IBAN: IT46Z 08976 43220 000 000 306879.

La Parrocchia, su richiesta, rilascerà una dichiarazione quale documento valido ai fini delle detrazioni fiscali previste dalla legge per le erogazioni liberali.

Il Comitato Parrocchiale

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.