Snai, polemiche sul comune capofila: “Castelbuono lo chiede il territorio”

[madoniepress.it] Sembra che non vogliono placarsi le polemiche sulla candidatura del Comune di Castelbuono a sede dell’Area interna-Snai delle Madonie. Tre sindaci del comprensorio Magda Culotta (Pollina), Bartolo Vienna (Geraci Siculo) e Pietro Macaluso (Petralia Soprana), con una nota congiunta si sono detti contrari alla sede di Castelbuono (leggi questo articolo).

Sulla vicenda però è bene essere chiari una volta per tutti, tanto che i sindaci dei Comuni di Alimena, Bompietro, Castellana Sicula, Polizzi Generosa, San Mauro Castelverde e Collesano, hanno firmato un documento nel quale si evince che “quale comune capofila coordinatore e referente per tutti, si potrebbe individuare il Comune di Castelbuono, in rispetto del principio, non scritto, di rotazione delle responsabilità tra i Comuni, adottata sempre in passato, che ha infatti visto scegliere quali Comuni capofila Cefalù nel periodo di programmazione 2000/2006 e Gangi in quello 2007/2013. Il Comune di Castelbuono, a nostro avviso, possiede tutti i requisiti burocratico-organizzativi e logistici per poter disimpegnare al meglio tale ruolo”.

Il sindaco Antonio Tumminello intervenendo sulla polemica di “campanile” ha dichiarato: “Quella del sindaco di Castelbuono non è una autoconvocatura, come alcuni vorrebbero far passare, bensì si tratta di una richiesta di gran parte del territorio”.

La Redazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.