Sospiro di sollievo per gli operai di Termini. Ok a un altro anno di Cassa Integrazione

[SICILIAINFORMAZIONI] ?Dall?incontro che si è  tenuto oggi al Ministero dello sviluppo economico arrivano buone notizie per gli operai di Termini Imerese. Sono state avviate le procedure per garantire un altro anno di cassa integrazione e si e? già decisa la data di un nuovo appuntamento per l?11 ottobre. In quell?occasione saranno, prima di tutto, definiti tutti gli iter per gli ammortizzatori sociali?.

Lo afferma il sindaco di Termini, Totò Burrafato. ?Questi giorni che ci separano dal prossimo incontro ? aggiunge ? serviranno a sbloccare il decreto di autorizzazione alla cassa integrazione per il 2013 per la Magneti Marelli, ancora fermo al Ministero del Lavoro. E? un atto formale ma e? anche una condizione indispensabile per garantire la cassa integrazione in deroga per il 2014. All?incontro era presente l?assessore alle attivita? produttive della Regione siciliana, Linda Vancheri, che ha dato piena disponibilita? a garantire parte del costo degli ammortizzatori sociali per il 2014?.

?Con questi dodici mesi in piu? a disposizione si potra? garantire l?insediamento nell?area industriale di Termini Imerese delle tre aziende ? Mossi e Ghisolfi, Biogen e Landi ? che complessivamente garantiranno il reimpiego di 500 addetti?, continua Burrafato.

Ma ?ancor piu? questo anno di tempo in piu? dovra? essere utilizzato per una seria attivita? di scouting di iniziative imprenditoriali, che portino al reimpiego di tutti i lavoratori della nostra area industriale che adesso, al netto degli esodati, sono circa 1200 dipendenti. All?incontro di oggi ? conclude il sindaco ? e? stato deciso anche di avviare la riscrittura dell?Accordo di programma per Termini Imerese, un documento del 2011, ormai del tutto superato?.

Nel corso del vertice, oggi, a Roma, sono stati comunicati ai sindacati i tempi di avvio di alcuni dei progetti per la industrializzazione dell?area di Termini Imerese, alle prese con una profonda crisi seguita alla chiusura dello stabilimento Fiat. Lo rendono noto Mimmo Milazzo, segretario Cisl Palermo Trapani e Giovanni Scavuzzo della segreteria provinciale Fim Cisl Palermo Trapani. Il Ministero ha comunicato che partira? nella primavera del prossimo anno il piano industriale dell?azienda del settore energetico interessata all?area Mossi Ghinossi, mentre a febbraio del 2014 quello della Biogen. Per quei mesi dovranno partire le opere di realizzazione dei capannoni necessari per le attivita?. ?Nessuna novita? invece ? dicono i due sindacalisti ? sul progetto di Radiomarelli che dovra? occupare circa 300 lavoratori. La Regione infatti ? commentano Milazzo e Scavuzzo ? ha fatto sapere che l?azienda non ha ancora presentato il piano industriale. Ci auguriamo che proceda presto per dare una speranza di reale occupazione ai lavoratori?.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.