South Working® Petralia Sottana: il primo spazio di lavoro agile pubblico delle alte Madonie

[Da Madonie live]

Un protocollo con l’associazione South Working®? che, dalla sinergia tra alcuni giovani volontari, il Comune di Petralia Sottana e l’Ente Parco delle Madonie, farà nascere uno spazio destinato ai tanti giovani che lavorano da remoto e che vogliono fare ritorno al sud.

Sabato 29 maggio, alle ore 16.30, a Palazzo Pucci Martinez, nella sede istituzionale dell’Ente Parco delle Madonie, verrà sottoscritto il protocollo per la creazione del presidio di comunità South Working®? Petralia Sottana. A sottoscrivere il documento, oltre l’associazione South Working®? rappresentata dal vice-presidente esecutivo Mario Mirabile, saranno l’Ente Parco delle Madonie, il Comune di Petralia Sottana, l’Associazione Culturale “Teatro della Rabba” e la Grifeoeventi s.r.l.s.

Con questa intesa, le alte Madonie gettano le basi per uno spazio di coworking pubblico capace di venire incontro alla crescente domanda di lavoro da remoto, soprattutto da parte di tanti giovani che, pur lavorando per società ubicate in altre parti d’Italia o all’estero, hanno la possibilità di sfruttare le opportunità del lavoro agile. Il presidio consterà di due spazi entrambi ubicati nel corso Paolo Agliata, il corso principale della cittadina: il primo nei locali mansardati dell’Ex Collegio di Maria (3 stanze per un totale di circa 12 postazioni); il secondo nei locali a piano terra della sede dell’Ente Parco per un massimo di 8 postazioni. L’accesso sarà riservato ai possessori della tessera nominativa, che potrà essere richiesta attraverso il sito del progetto e che permetterà di accedere ai locali durante gli orari di apertura garantiti dagli enti. Attraverso la card si avrà diritto a uno spazio di lavoro che potrà ospitare il device del lavoratore e alla fruizione gratuita di connettività e altri servizi accessori.

“L’Ente Parco delle Madonie, aderisce al progetto dell’associazione South Working®? – dice il presidente Angelo Merlino – e sarà il primo “Parco dell’Isola e probabilmente di tutta la Penisola” a mettere a disposizione le sue risorse per favorire tutti coloro che vogliono svolgere il loro lavoro da remoto dal Parco delle Madonie.”

“Siamo fermamente convinti che la creazione di questo presidio di comunità pubblico – dichiara il sindaco di Petralia Sottana Leonardo Neglia – possa, non solo dare risposte alle esigenze dei South Worker, ma creare importanti sinergie per lo sviluppo di nuove progettualità che siano importanti per il nostro comune e l’intero comprensorio. Partiamo con questi spazi ma siamo pronti, se ci saranno buoni riscontri, ad allargare l’offerta di locali”.

In effetti la platea dei possibili interessati è ampia. “Abbiamo sviluppato questa idea – dichiarano i volontari che stanno portando avanti il progetto – partendo dalle tante storie di ragazzi che risiedono nel nostro paese pur lavorando per ditte site altrove. Vogliamo fare di questo luogo non soltanto uno spazio fisico di lavoro ma un vero e proprio collettore di idee e di energie. La partecipazione alla rete South Working®? è il valore aggiunto in termini di know-how e impostazione. Siamo il secondo presidio di comunità nelle Madonie dopo Castelbuono e ci teniamo a ringraziare tutti i volontari di quel presidio, le ragazze e i ragazzi dell’associazione per averci fatto comprendere, con il loro entusiasmo, la loro generosità nel rispondere alle nostre domande e a i nostri dubbi, come la realizzazione di questo progetto sulle alte Madonie non fosse solo possibile ma importante e necessario.”

La sottoscrizione del protocollo verrà trasmessa in diretta da Grifeoweb Tv,che sosterrà questo progetto attraverso la piattaforma e le competenze relative allo streaming e alla condivisione di contenuti.

Il presidio di Petralia Sottana entra quindi a far parte della famiglia South Working®? che, oltre ad aver creato un movimento di opinione sul tema, dando un nome al fenomeno e creando una rete fra tutti i soggetti interessati si occupa di promuovere e monitorare lo sviluppo di spazi per il lavoro agile. “Vediamo nel lavoro agile da presidi di comunità – aggiunge Mario Mirabile – uno strumento utile a ridurre il divario economico, sociale e territoriale nel Paese, e in grado di migliorare la qualità della vita di persone e territori. Auguriamo quindi a questo nuovo spazio di percorrere l’esempio virtuoso tracciato da tanti altri in Italia ed essere un laboratorio di nuove idee al servizio della comunità.”

Per maggiori informazioni su South Working®? Petralia Sottana è possibile consultare l’indirizzo www.petraliavisit.it/sw o i canali social del progetto.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.