Storia di una dinastia. Il castelbuonese Padre Paolo Fiasconaro incontra la famiglia “Fiascunari” del Perù

Un Fiasconaro … incontra la dinastia “Fiascunaru” del Perù

Fiascunaru 3

E’ stata per me un’esperienza significativa ed emozionante quando ho vissuto a Lima (Perù) il ricongiungimento con la grande famiglia “Fiascunari”, erede del capostipite Francisco Fiascunari emigrato da Castelbuono in Perù nel 1891 e in 125 anni oggi conta 5 generazioni di discendenti, tutti nati in Perù.

Motivo della visita

Sono andato in quella terra nella mia qualità di Direttore del Centro Missionario Francescano di Roma, organismo che coordina le attività delle Missioni dei Francescani Conventuali presenti in 40 paesi del mondo. L’occasione è stata la visita alla Missione del Perù (Lima, Chimbote e Pariacoto) e la partecipazione alla Beatificazione dei due confratelli missionari trucidati nel 1991 dal gruppo terroristico “Sendero Luminoso”.

Come ho trovato i “Fiascunari”

Visitando Internet e dialogando con i frati missionari sparsi nel mondo, ho incontrato tramite Facebook il cognome “Fiascunari”. Mi sono incuriosito nel sapere chi fossero, dove vivono e quanti sono. Vedo su una pagina del Perù il Castello dei Ventimiglia di Castelbuono, Piazza Margherita e la via Sant’Anna. Subito mi metto in contatto con la pagina FB e precisamente con la signora Mariella Delgado Fiascunari, che oggi vive in Svezia. Così scopro la genealogia “Family Fiascunari”. Chiamo il mio amico giornalista Antonio Fiasconaro per avere ulteriori informazioni e mi spiega che la signora Mariella nel 2013 è andata a Castelbuono alla ricerca dei suoi antenati e per ricostruire il suo Casato (vedi foto genealogia). Incominciai a prendere contatti con Mariella e dopo vari messaggi è iniziato il lungo dialogo. La notizia del contatto si diffonde per tutti i Fiascunari del Perù. Sorpresa e ammirazione da ambo le parti…, soprattutto per aver incontrato virtualmente un frate francescano con il cognome Fiasconaro.

Fiascunari_1

Fiascunari2

Quando Papa Francesco diede l’annunzio della Beatificazione dei Martiri del Perù, decisi di andare… E così tanti messaggi e tante emozioni nel vivere l’attesa dell’incontro.

Ma chi sono i “Fiascunari”?

Fiascunaru

L’avventura è iniziata nel 1891, quando il signor Francisco Fiascunari, nato nel 1867 a Castelbuono e figlio di Francesca Prestianni e di Martino Fiasconaro, all’età di 24 anni decise di partire da Castelbuono per trapiantarsi in Perù. Dopo un mese di navigazione arrivò nel porto di Mollendo, luogo di inizio della dinastia dei “Fiascunari”. Si registra nel Puerto Bravo con il cognome pronunciato alla siciliana e così incomincia a formarsi una famiglia.

Uno dei discendenti, il signor Julio Franco, in una lettera inviatami durante la visita mi descrive la storia della sua famiglia: “Mia nonna Josephine, figlia di Francisco, mi diceva che suo padre era un uomo alto, di carnagione chiara. La sua tomba a Mollendo era scavata a terra e coperta di pietre e di sopra una vecchia croce di legno a tre punte con lettere in giallo e nero. Egli era un uomo amante della pace, ma morì colpito da un proiettile della polizia durante una manifestazione popolare. Il suo nome rimane ancora oggi scolpito nel Labor Day International e viene ricordato e onorato come martire della patria”. Inoltre Julio Franco ricorda tutte le zie e i cugini passando in rassegna le 5 generazioni vissute fino ad oggi e sparse in diversi paesi del Perù e la maggior parte a Lima. “Grazie P. Paolo! La sua presenza in mezzo a noi nel ricordo dei nostri cari ci rende pieni di gioia e siamo riconoscenti perché i nostri antenati vanno ricordati per la loro fedeltà alla famiglia, al lavoro e alla pace. La sua presenza in mezzo a noi in terra peruviana è un bel regalo e speriamo di scrivere insieme la storia della nostra grande famiglia Fiascunari”.

Lo storico incontro a Lima

Finalmente arriva il giorno dell’incontro, festa dell’Immacolata, preceduto da due visite nella chiesa dove ero ospite. Sono venuti a trovarmi separatamente Shirley e Shelby Fiascunari, due sorelle con le quali comunico spesso tramite FB e inoltre il signor Ernesto Fiascunari che mi ha regalato un bel quadro dipinto dalla moglie pittrice.

L’incontro ufficiale è avvenuto l’8 dicembre. Di buon mattino la signora Chichi Delgado Fiascunari (sorella di Mariella), con la quale avevo avuto molti contatti telefonici, mi preleva in albergo e con Lei facciamo un bel giro turistico nella grande metropoli di Lima con i suoi 10 milioni di abitanti. Una città piena di storia, arte e paesaggi incantevoli sulle sponde dell’oceano Pacifico. Ho visitato la tomba e il Monastero di Santa Rosa da Lima, la cattedrale e altri monumenti storici.

La festa e l’incontro con gli altri Fiascunari di diverse generazioni avviene nel grande ristorante “Hawaiano”. Molta emozione e sorpresa per tutti. Quasi increduli e con qualche nodo alla gola, pur con la difficoltà della lingua (italiano/spagnolo), riusciamo a dialogare ripercorrendo le tappe del cammino di una famiglia che finalmente ha ritrovato le proprie radici.

E’ difficile raccontare quei momenti misti di incredulità ed emozione nel vedere realizzato un sogno da ambo le parti. Chi poteva immaginare un incontro avvenuto dopo più di un secolo tra una famiglia che ha scoperto le proprie origini?

Anche se nel tempo ci hanno diviso gli oceani, il richiamo di una vicinanza di sangue ha suggellato che non esistono confini o barriere… ma sincerità di rapporti fondati da vincoli di amicizia e di parentela affettiva.

Grazie a tutti i “Fiascunari” del Perù!

Paolo Fiasconaro

Padre-P.-Fiasconaro