Strumentalizzazioni a fini politici. La nota dei Democratici per Castelbuono

Strumentalizzare ansie e speranze dei lavoratori a propri fini, politici o elettorali, ancorché volgare è un uso talmente frequente della politica che quasi ci si aspetta avvenga.

Mentire, ingannare quei lavoratori, e i lettori dei blog, è inaccettabile sebbene in questi mesi di allarme sulla Democrazia ci siano illustri compagni di brigata e maestri sull’uso della bugia per arraffare consensi.

Durante il Consiglio Comunale, forse per la prima volta, si è assistito ad una Amministrazione e a un gruppo di maggioranza che non hanno avuto il timore di smentire se stessi pur di offrire il meglio ai lavoratori del Comune; si è assistito ad una Amministrazione e a un gruppo di maggioranza che ha dato valore alle conoscenze amministrative della Segretaria Comunale finalizzate alla soluzione di problematiche che rischiano di ricadere proprio sulle spalle dei lavoratori; si è assistito ad una Amministrazione e a un gruppo di maggioranza che non si lanciano all’arrembaggio di facili consensi per garantire l’assoluta correttezza dell’azione pubblica.

Ci stupisce che coloro i quali hanno sempre gridato alla “superficialità” dell’attuale amministrazione – con sfacciata incoerenza anche all’ultimo Consiglio – lamentino proprio attenzione, prudenza e correttezza formale da parte di questa: come nel caso della incompatibilità dell’Assessore Bonomo (si ricorda che questa incompatibilità non è assolutamente presente nella legge nazionale che regolamenta le Amministrazioni Locali, ma solo ed esclusivamente – in Italia – nella stessa legge recepita dalla Regione Siciliana), anche nella gestione delle stabilizzazioni dei precari i nostri amministratori stanno seguendo la via maestra della competenza, non richiesta a loro (tutti ricordiamo i disastri dei governi di “tecnici”) ma che è loro dovere saper trovare e quindi applicare.

Infine ringraziamo il gruppo di minoranza e l’ex sindaco Tumminello per essersi finalmente accorti che le lavoratrici e i lavoratori del Comune sono prima di tutto Persone, tutte egualmente belle ed importanti: durante i 5 anni della loro amministrazione lo avevano dimenticato.

Democratici per Castelbuono

A buon fine, alleghiamo il testo del dispositivo approvato con i voti favorevoli del gruppo di maggioranza.PRESO ATTO del documento sottoscritto da 11 Consiglieri comunali nella seduta del 26.09 u.s.
CONSIDERATO quanto emerso nell’incontro tenutosi il 30.09 u.s. nel corso del quale sono state rappresentate le criticità riscontrate in merito all’inquadramento di alcune categorie e la valutazione sull’opportunità o meno di procedere mediante concorso alla luce delle impugnative pendenti sulle norme approvate dall’Ars.
IL CONSIGLIO COMUNALE

  • Invita l’Amministrazione comunale ad attenzionare e valutare la fattibilità o meno della stabilizzazione diretta e senza concorso, prevista dalla normativa regionale ma impugnata dal governo nazionale e attualmente al vaglio di legittimità costituzionale, attraverso un ulteriore confronto con la Segretaria generale, le Organizzazioni sindacali e il personale tutto;
  • Chiede di procedere nel più breve tempo possibile alla predisposizione del Bilancio consolidato 2018 necessario alla stabilizzazione del personale e alla valutazione dei titoli secondo i criteri stabiliti ai fini dell’inquadramento delle categorie B3 previa rimodulazione del Piano Triennale del Fabbisogno di Personale e il reperimento delle relative coperture;
  • Esprime la necessità di chiedere il parere di un esperto in materia di personale degli Enti locali in merito alla stabilizzazione e contrattualizzazione del personale interessato da procedimenti disciplinari, ai fini dell’efficacia della loro stabilizzazione.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.