Sui fatti di Termini Imerese, Genchi (Supergiovane): “Abbiamo nostra dignità, non ci faremo ostacolare dalle bugie”

Mi preme fare alcune considerazione, alla luce dell’esito dell’incontro Stella del Mare – Supergiovane Castelbuono (tenutosi domenica scorsa) e delle successive squalifiche attribuite ad alcuni nostri giocatori e ad alcuni nostri dirigenti.
Siamo rimasti davvero perplessi che in seguito ad una partita serena, come testimoniato anche dai giocatori avversari, si sia potuti arrivare, in seguito a scelte arbitrali e con delle pesanti sanzioni a mistificare la realtà e a ricoprire di fango l’immagine della ASD Supergiovane Castelbuono.
Siamo consapevoli che queste situazioni vanno gestite in un certo modo, ma riteniamo inaccettabile costruire delle sanzioni arbitrali basate su emozioni irrazionali e ricostruzioni del tutto arbitrarie e fuori della realtà.
E’ per questo che non esiteremo un attimo di più e procederemo per ottenere giustizia, sportiva e umana, rispetto alle sanzioni attribuiteci.

Abbiamo sempre portato avanti i valori del calcio e dello sport dimostrandolo in questi anni di azione nel territorio, lasciando in campo e fuori dal campo ottimi rapporti con tutti, nonostante il giusto agonismo sul terreno di gioco.
E’ nella nostra natura, e se qualcuno ha mai pensato di abbatterci, è sicuro che non ha fatto altro che rafforzarci e unirci nello spirito che abbiamo fin adesso condiviso: fare sport per portare in alto il nome di Castelbuono e dei Castelbuonesi.

Il Presidente Asd Supergiovane Castelbuono
Giuseppe Genchi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.