Sul nuovo numero di Mediterranea un saggio del prof. Termotto sulle botteghe organarie di Castelbuono

E’ online il nuovo numero di “Mediterranea-ricerche storiche”, rivista di approfondimento storico diretta dal prof. Orazio Cancila, disponibile all’indirizzo: http://www.storiamediterranea.it.

In questo numero (il n. 42) vi segnaliamo, a partire da pag. 71, una lunga e preziosa ricerca del prof. Rosario Termotto dedicata alla scuola organaria di Castelbuono, con le botteghe dei Guzzio prima e dei Pergola poi, di cui vi riportiamo di seguito il sommario. 

La scuola organaria siciliana, particolarmente legata a tecniche tradizionali, nel corso dell’età moderna, ha mantenuto peculiarità costruttive che la caratterizzano particolarmente nel panorama organologico nazionale, rendendola depositaria di un corpus di strumenti di raro interesse storico tuttora esistenti e in parte funzionanti. La ricerca ricostruisce le vicende di due botteghe artigianali attive a Castelbuono per oltre due secoli, quella dei Guzzio e l’altra dei Pergola, ripercorrendo l’esigua bibliografia esistente e, soprattutto, utilizzando diversi documenti notarili inediti di vari notai del comprensorio delle Madonie che consentono una visione ravvicinata delle tecniche costruttive messe in atto.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.