Superarci. Occupazione simbolica del Milocca

[RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO] In data 4/12/2011 ci siamo recati presso l’hotel milocca in contrada Piano Castegna a Castelbuno. La struttura è chiusa e sembra abbandonata da diversi mesi.
Il luogo alquanto spettrale si trova in uno stato di progressivo degrado e ha già subito alcuni atti vandalici, dovuto al totale disinteresse e all’assenza di sorveglianza.
Nel piazzale dell’albergo è possibile ammirare anche la carcassa di una auto incendiata.
La struttura di proprietà della provincia regionale di Palermo nel corso del tempo è stata sempre affidata in gestione a diverse società o cooperative a fini alberghieri. Oggi sembra definitivamente giunta la sua ora considerato lo stato in cui versa il complesso alberghiero.
Secondo noi sarebbe opportuno sin da subito attivare la sorveglianza della struttura al fine di evitare atti di sciacallaggio e vandalismo nonché ulteriore degrado della struttura.
Con la nostra occupazione simbolica abbiamo voluto accendere i riflettori sul futuro della struttura e auspichiamo che gli enti di competenza nel più breve tempo possibile possano dare una destinazione d’uso a questo immobile di propietà pubblica.
Riteniamo, soprattutto in questo periodo di crisi, che la struttura debba essere utilizzata al meglio considerate le sue ricadute occupazionali.
Immaginiamo delle possibili iniziative economiche o sociali in grado di dare valore all’immobile.
Per esempio:
-ostello della gioventù
-albergo
-struttura a disposizione dell’istituto alberghiero di Cefalù
-centro onoterapia
-alloggi popolari per anziani
-struttura socio-sanitaria

Queste per noi sono solo alcune possibilità per ridare vita ad un luogo che ha rappresentato momenti unici per Castelbuono e i Castelbuonesi.
Chiediamo e vogliamo risposte sul futuro di questa struttura.

Circolo superArci castelbuono
Sinistra Giovanile Castelbuonese

2 Commenti

  1. Di seguito, l’interrogazione presentata dal consigliere provinciale Lapunzina a seguito della iniziativa sul Milocca.

    Oggetto: Interrogazione urgente a risposta scritta ed orale.

    Il sottoscritto, nella qualità di Consigliere provinciale,

    Premesso
    Nei giorni scorsi, un gruppo di Cittadini di Castelbuono ha dato luogo ad una pacifica forma di protesta, occupando, simbolicamente, gli spazi esterni dell?Albergo Milocca, struttura ricettiva di proprietà dell?Ente, ubicata in Piano Castagno, sulle pendici che sovrastano il Comune madonita, in uno dei paesaggi più suggestivi dell?intero Territorio provinciale, meta di continui flussi turistici, in tutti i periodi dell?anno.I reperti fotografici, che i manifestanti hanno diffuso in uno ad un comunicato stampa, mostrano una struttura ?chiusa ed in probabile stato di abbandono da diversi mesi?. Uno dei siti di pregio del patrimonio pubblico, viene descritto come ?luogo alquanto spettrale?, causa il ?progressivo degrado ed alcuni atti vandalici, per il totale disinteresse e l?assenza di sorveglianza?. Le immagini, oltre a porre in evidenza le infiltrazioni di acqua che si scorgono all?interno della struttura, danno financo testimonianza della carcassa di un?auto incendiata, posta nel cortile di un edificio che, è bene ricordarlo, si trova nel cuore del Parco delle Madonie;
    Considerato
    L?Albergo Milocca si è una struttura che si presta ad una varietà di utilizzo, potendo costituire fonte di reddito ed occupazione, in ragione delle diverse gestioni che se ne possono prospettare, tra cui quelle proposte dagli stessi manifestanti (ostello della gioventù, albergo, struttura a disposizione dell?istituto alberghiero di Cefalù, centro onoterapia, alloggi popolari per anziani, struttura socio-sanitaria); Rilevato
    Durante la discussione del Bilancio di Previsione, lo scrivente ha lamentato la mancata predisposizione della proposta con cui, ex art. 58 comma 1 della L.133/2008, gli Enti pubblici deliberano il Piano di alienazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare, e, in seguito a ciò, l?atto di programmazione finanziaria è stato approvato sull?impegno, trascritto in Delibera, della immediata sottoposizione all?Organo consiliare di una proposta organica per la valorizzazione del patrimonio dell?Ente;
    Interroga la S.V. per sapere
    A chi, ed in forza di quale contratto, è in atto affidato l?Albergo Milocca, volendo specificare, anche nel caso di locazione cessata, i dati del locatario negli ultimi dieci anni, il corrispettivo pattuito, se esistono pendenze a tale titolo e se vi sono contenziosi in essere.Se l?Ente, nella qualità di proprietario dell?immobile, ha effettuato una ricognizione per verificare la presenza di danni alla struttura, sì da poterne imputare i costi agli eventuali responsabili.A chi è, in atto, ascrivibile la sorveglianza del sito, anche in relazione della presenza, nello stesso, della carcassa di un veicolo, per le responsabilità che da ciò possono derivare.In che termini ritiene dare esecuzione all?obbligo assunto, in Sede consiliare, per l?adempimento delle norme di Legge che prevedono l?approvazione di un piano di valorizzazione dei beni immobiliari, volendo specificare se l?Amministrazione possiede o meno una idea per la rifunzionalizzazione dell?Albergo Milocca, tale da assicurare reddito ed occupazione, evitando incuria e degrado.
    Palermo, 09 dicembre 2011 

    Il  Consigliere provinciale
    Gaetano Lapunzina

  2. […] Soltanto nel 2010 la Provincia ha avviato la procedura per recuperare le somme, riuscendo finora a incassare 80 mila euro. La cooperativa Futura, tra il 1985 ed il 1990 ha anche ottenuto quasi due miliardi di vecchie lire, per ristrutturazioni come contributi a fondo perduto della Regione. Dal gennaio del 2011 la coop ha chiuso la struttura abbandonando i lavoratori al proprio destino e l’hotel al degrado. Nei mesi scorsi anche i militanti del circolo SuperArci e la sinistra giovanile di Castelbuono avevano sollevato il caso occupando simbolicamente l’albergo. […]

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.