Svizzera, Turchia e Galles: le avversarie dell’Italia a Euro 2020

Gli Europei si stanno avvicinando sempre di più e l’Italia è pronta per affrontare le sue avversarie. Il sorteggio della fase a gironi era stato piuttosto benevolo con gli azzurri, inseriti nel gruppo A: Svizzera, Turchia e Galles non si presentano infatti come compagini particolarmente temibili. Come se non bastasse, anche le migliori terze dei vari raggruppamenti si qualificheranno alla fase ad eliminazione diretta, che partirà dagli ottavi di finale, così come stabilito dall’edizione del 2016. L’Italia, inoltre, disputerà le 3 partite del girone tra le mura amiche, a Roma. Insomma, sulla carta non manca davvero niente ai ragazzi di Mancini per passare agevolmente il turno.

Un occhio di riguardo va sicuramente alla Svizzera, inserita anche nel girone di qualificazione ai Mondiali del 2022. La rosa elvetica vanta anche qualche conoscenza della Serie A alla stregua di Ricardo Rodriguez del Torino e Remo Freuler dell’Atalanta, ma non manca l’ex Inter Xherdan Shaqiri. Anche il tecnico Vladimir Petkovic conosce bene il calcio italiano, considerando i suoi trascorsi alla Lazio. Negli ultimi incontri, però, la Svizzera ha conosciuto un rendimento alquanto altalenante e dovrebbe dare il meglio di sé per sperare di impensierire gli azzurri. L’offerta aggiornata delle scommesse vede l’Italia come la favorita assoluta del proprio girone. Ad oggi i pronostici sono tutti a favore di Mancini & co., anche per quanto riguarda la strada lungo il Qatar. Difficilmente la Svizzera può rappresentare un ostacolo nelle prossime competizioni.

Anche la Turchia fatica storicamente a ottenere risultati convincenti, ma negli ultimi tempi si è concessa a qualche exploit in più. Di recente i turchi hanno battuto persino l’Olanda, sebbene l’assenza della tecnologia in campo non abbia assegnato un gol allo juventino De Ligt. I fiori all’occhiello della rosa si possono individuare facilmente in Hakan Calhanoglu del Milan e nel solito Burak Y?lmaz, il capitano, spesso accostato alle squadre italiane in fase di mercato e oggi al Lille. Molti dei giocatori di questa Nazionale provengono proprio da squadre del campionato locale come il Galatasaray e il Fenerbahce. Non si tratta dunque di elementi di grande rilievo sul panorama internazionale.

Se si parla del Galles, invece, il pensiero va subito ad uno specifico giocatore. Gareth Bale è tornato da poco al Tottenham dopo la prestigiosa esperienza al Real Madrid ed è chiaramente l’uomo-chiave della sua Nazionale, che attinge prevalentemente dalle divisioni inglesi. Probabilmente sarà questa l’avversaria più insidiosa per l’Italia. Il Galles è arrivato addirittura in semifinale agli Europei del 2016, alla sua prima partecipazione in assoluto alla competizione. Nella loro storia i britannici hanno preso parte anche una singola edizione dei Mondiali. La tradizione non è certo della loro, ma dopo le deludenti prestazioni degli azzurri contro la Slovacchia, la Costa Rica e la Macedonia nell’ultimo decennio sarebbe un errore sottovalutare chicchessia.

Le chance degli azzurri di fare bene ai prossimi Europei ci sono tutte. Non sono pochi gli elementi della squadra di Mancini che hanno maturato anche una discreta esperienza internazionale in questi anni. Donnarumma, Barella e Chiesa possono rivelarsi determinanti per le sorti dell’Italia, che spera ancora di poter riabbracciare anche il talento di Nicolò Zaniolo. Svizzera, Turchia e Galles sono avvertite: l’Italia non vuole più sbagliare.