Tagli ai corsi di laurea. Nel mirino anche la sezione di Castelbuono

lagalla_roberto[HERCOLE.it] Un taglio dei corsi del 20,7 per cento, una razionalizzazione dell?offerta didattica, un?attivit? di tutoraggio per gli studenti con debiti formativi. Il Senato accademico dell?Universit? di Palermo ha definitivamente varato l?offerta formativa per il 2009/2010, adeguandolo ai dettami del decreto ministeriale 270. Entro il 15 giugno l?offerta didattica sar? inviata al ministero.

Il piano prevede l?attivazione di 133 corsi di studio, di cui 65 di primo livello (triennali), 56 magistrali biennali e 12 magistrali a ciclo unico (della durata di 4, 5 o 6 anni). Si tratta di un?offerta con 36 corsi in meno rispetto al 2008/2009, quando furono attivati 169 corsi di laurea, operando gi? un taglio dell?11% rispetto all?anno precedente. Altra novit? sar? l?introduzione del test d?ingresso obbligatorio ma non selettivo per iscriversi a tutti i corsi di laurea, in modo da stabilire eventuali carenze formative degli studenti in ingresso che saranno recuperati con la frequenza di corsi propedeutici guidati da tutor.

?Questo piano risponde alla necessit? di razionalizzazione dell?offerta formativa ? spiega il rettore Roberto Lagalla -, verificando le dotazioni di docenti e di strutture, ma anche lavorando a percorsi di studio basati su specifiche competenze, sulle tradizioni formative e culturali e sulle esigenze formative del territorio, nonch? sui parametri di qualit? previsti dal ministero?. Proprio per garantire maggiore assistenza agli studenti, ?abbiamo realizzato una guida all?accesso ai corsi di laurea ? spiega il delegato alla Didattica, Vito Ferro -, individuando le aree del sapere che costituiscono l?oggetto dei test di accesso ai corsi. Stiamo anche preparando un opuscolo sulle modalit? di accesso ai corsi di laurea magistrale, che metteremo anche on line, e stiamo presentando l?offerta formativa di secondo livello in tutte le facolt??.

La cura dimagrante riguarder? principalmente le facolt? di Scienze matematiche, fisiche e naturali, in cui saranno attivati complessivamente 9 corsi in meno, Lettere con 7 in meno, Medicina e Scienze della formazione (meno 6), Ingegneria (meno 5), Economia (meno 3), Scienze politiche, Giurisprudenza e Architettura (meno uno), mentre Farmacia mantiene lo stesso numero di corsi, Agraria ne attiva due in pi? e Scienze motorie uno in pi?.

Molti tagli derivano dall?accorpamento di corsi di studio affini, mentre numerosi corsi, soprattutto a Lettere e Scienze della formazione, hanno modificato il nome. Tra le novit? c?? l?istituzione di tre corsi con Atenei stranieri: due ad Agraria, ?Agroingegneria? con l?Universit? di Siviglia e ?Organic farming and quality management? con l?Ateneo del Cairo, che permetteranno di ottenere il doppio titolo, e uno a Scienze politiche, ?Modelli di dinamica dei sistemi per lo sviluppo sostenibile delle organizzazioni?, con un consorzio di Universit? del Nord Europa. Questi ultimi due corsi saranno totalmente in lingua inglese.
Nel dettaglio, ad Agraria vengono aggiunti due corsi magistrali, ?Agricoltura biologica? e ?Agroingegneria?; ad Architettura sparisce la magistrale di ?Disegno industriale per l?area mediterranea?; a Economia viene tagliata la magistrale ?Economia e gestione del territorio e del turismo? e nasce ?Scienze statistiche?, che accorpa in s? tre corsi affini esistenti; a Giurisprudenza viene tagliata l?unica laurea di primo livello rimasta, ?Operatore in relazioni industriali?. Ingegneria subisce una sostanziosa contrazione delle triennali: spariscono ?Ingegneria dell?automazione?, ?Ingegneria aerospaziale?, ?Ingegneria elettrica?, mentre vengono accorpate ?Ingegneria informatica? e ?Ingegneria delle telecomunicazioni? a Palermo e ?Ingegneria elettronica? e ?Ingegneria elettrica?. A Lettere, tra i corsi di primo livello, vengono tagliati ?Servizio sociale? a Palermo e Trapani (ma nasce ?Scienze del servizio sociale? a Scienze della formazione), ?Lingue moderne per il web?, ?Beni demoetnoantropologici?, ?Beni archivistici e librari?, ?Discipline della musica?, sparisce la distinzione in ?Lettere classiche? e ?Lettere moderne?, in favore di ?Lettere? e ?Lingue e letterature moderne?, cos? come i due corsi di ?Filosofia della conoscenza e della comunicazione? e ?Filosofia e scienze etiche? vengono accorpate in ?Filosofia?; tra le magistrali sparisce ?Tecnologia e didattica delle lingue?, ma vengono introdotte ?Lingue moderne e traduzione per le relazioni internazionali? e ?Servizio sociale e politiche sociali? a Trapani.

A Medicina vengono aboliti sei corsi abilitanti alle professioni sanitarie: ?Infermieristica? al Civico, ?Ostetricia? a Trapani, ?Ortottica e assistenza oftalmologica?, ?Podologia?, ?Terapia della neuro e psicomotricit? dell?et? evolutiva?, ?Igiene dentale?. A Scienze della formazione, dalla triennale spariscono ?Comunicazione internazionale?, ?Comunicazione pubblica?, ?Discipline della comunicazione?, ?Giornalismo per uffici stampa?, ?Tecnica pubblicitaria?, ?Educatore interculturale?, ?Esperto dei processi formativi ed educatore professionale?, ?Formatore multimediale?, ma nascono i corsi di ?Scienze della comunicazione per i media e le istituzioni?, ?Scienze della comunicazione per le culture e le arti?, ?Scienze dell?educazione? a Palermo e ad Agrigento?, ?Scienze del servizio sociale, E due corsi vengono accorpati in ?Scienze e tecniche psicologiche?; alla magistrale vengono tagliati i corsi di ?Informatica per la comunicazione del patrimonio culturale? e di ?Formazione degli adulti?, ?Comunicazione d?impresa e pubblicit?? e Scienze della comunicazione sociale e istituzionale? si fondono in ?Scienze della comunicazione pubblica, d?impresa e pubblicit?? e nascono ?Psicologia sociale, del lavoro e delle organizzazioni? e ?Teoria della comunicazione?. Nella facolt? di Scienze matematiche, fisiche e naturali, non verranno attivati i corsi triennali di ?Scienze biologiche? a Termini Imerese e Castelbuono, le magistrali di ?Biomedicina?, ?Ecologia e biogeografia?, ?Georisorse, ambiente e applicazioni archeometriche?, mentre nasce il corso in ?Scienze della natura?. I corsi specialistici di ?Matematica?, ?Chimica?, ?Analisi e gestione ambientale? e ?Conservazione e restauro dei beni culturali? (triennale e specialistica) non si sono adeguati al nuovo ordinamento e resteranno in vita fino al naturale esaurimento, secondo il decreto ministeriale 509. Infine, a Scienze motorie viene aggiunto un nuovo corso di magistrale, ?Scienze e tecniche delle attivit? sportive?, e a Scienze politiche viene tagliata la triennale in ?Consulente giuridico? e vengono trasformati i nomi degli altri corsi.