“Tasse arretrate per i poveri e il Giro Podistico vietato ai neri.”

Da anni a Palermo Biagio Conte lotta a fianco degli ultimi. Immigrati, senzatetto, poveri, barboni trovano presso la Missione di Speranza e Carit? accoglienza, un pasto caldo e un tetto sotto cui accamparsi. Biagio Conte part? pi? di vent’anni fa decidendo di dedicare la sua vita agli altri, ma non ha avuto vita facile. Ha sempre lottato per ottenere gli spazi necessari ad operare e dopo scioperi della fame, incatenamenti, manifestazioni, sostegni popolari ? riuscito a mettere su una struttura che pu? accogliere anche centinaia di poveri cristi. Ma non tutta la citt? ha apprezzato il suo impegno di vita. Infatti, se da un lato sono tanti i volontari e i donatori che rendono possibile tutto questo, dall’altro il Comune di Palermo in queste ultime settimane gli ha presentato una bolletta arretrata di 60 mila euro di tassa rifiuti. I volontari stanno lanciando l’ennesima campagna di sensibilizzazione chiedendo aiuto ai cittadini per poter farsi carico di questa enorme spesa. L’unica riflessione che mi sento di condividere ? quella fatta dallo stesso Biagio Conte: “i poveri non sono solo della Missione, ma di TUTTA la citt?”.

kenI leghisti a volte non riescono proprio ad approfittare di buone occasioni per tacere. L’ultima ? di un consigliere padovano del carroccio che stufo del fatto che la maratona locale venga vinta sempre da atleti africani ha proposto di azzerare il contributo economico che il Comune d? alla manifestazione. Come se, per ipotesi, Mario Cicero decidesse di non dare pi? finanziamenti al nostro Giro Podistico solo perch? negli ultimi anni hanno vinto soprattutto corridori di colore. Da idioti. Astutamente, invece, Gaspare Filippi, presidente della Polisportiva di Marsala, organizzatrice della locale corsa su strada, ha lanciato un appello:?”cari fratelli africani e di ogni altra parte del mondo, se non vi vogliono a Padova, venite a Marsala a correre la prossima Maratona dei Mille”. Geniale.

Prima di salutarvi, vi comunico che ieri ? stata pubblicata una speciale classifica per cui finalmente la citt? di Palermo pu? lodarsi di un primato. Si tratta della classifica delle strade pi? trafficate d’Italia che vede primeggiare Viale regione Siciliana, con i suoi 12 kilometri intasati 84 ore alla settimana, festivi inclusi. Al secondo posto via Cigna a Torino e nel terzo gradino del podio via Vittorio Veneto, a Cassano D’Adda, hinterland milanese.

Appuntamento a Gioved? prossimo con OltreFiumara.

?Oltre Fiumara – Rubrica settimanale che apre uno spiraglio tra le cinta murarie del borgo, per far passare qualche notizia fuori dal comune.?