“Tutto cuore” per i ragazzi della prima divisione maschile del presidente Capuana

[Riceviamo e pubblichiamo]Vince ancora la Prima divisione Maschile della Castelbuonese-Ypsivolley che mercoledì 16 aprile espugna nuovamente il campo del Terrasini Volley in una partita che definire ardua per i ragazzi del Presidente Capuana sarebbe riduttivo.
Match molto tribolato per i ragazzi Mister Provenza, costretto a fare a meno del palleggiatore Purpora, di Miciotto, Botta, Bonomo Daniele e Vignieri, in un campo tralaltro veramente difficile, sia per le condizioni ambientali con un tifo assordante e ostile, che per le condizioni tecniche del Palatenda di Terrasini che con le sue escursioni termiche modifica in maniera incredibile le traiettorie del pallone, mandando in difficoltà tradizionalmente tutte le squadre ospiti.

Nonostante questo però i ragazzi del Presidente Capuana sono riusciti per ben due volte a vincere, l’andata e il ritorno infatti sono state svolte entrambe a Terrasini per i tristemente noti problemi alla Palestra di Castelbuono.

Gli Ypsini vengono subito messi sotto da una partenza a tutta dei padroni di casa che vincono nettamente il primo parziale per 25 a 20, dominando sia a rete, con il muro castelbuonese che non riesce a prendere le misure agli attacchi avversari, ma sopratutto con una ricezione da incubo a causa delle traiettorie ingiocabili tipiche del palatenda di Terrasini che impediscono a Mazzola di servire Scialabba e di poter quindi smistare gioco agli attaccanti.

Il secondo parziale vede una reazione degli ospiti che non possono a questo punto più sbagliare perchè concedere un altro parziale al Terrasini significherebbe perdere punti preziosi, ma che non riescono a far funzionare il loro gioco e devono quindi difendersi strenuamente, riuscendo però a conquistare il set.
Il terzo e quarto parziale sono delle copie del secondo con i ragazzi di Castelbuono in costante difficoltà contro degli avversari che a questo punto in classifica non hanno nulla da chiedere e attaccano senza troppi pensieri mentre gli Ypsini non possono permettersi errori ma non riescono neanche a fare il loro gioco, e sono quindi costretti a giocare in difesa, un tipo di volley non bello stilisticamente ma che riporta i ragazzi di Castelbuono a qualche tempo addietro dove mancando la spinta in avanti l’unica soluzione era non fare cadere la palla e in qualunque modo rimandarla dall’altra parte del campo.
Una lezione, quella degli anni passati, che alla fine torna, lottando con le unghia e con i denti la Castelbuonese infatti riesce a portare il match a casa per 3 a 1, ma che fatica.

Prestazione non eccezionale di tutta la squadra, in cui l’unico che riesce ad attaccare è Gesani, ma considerando le condizioni veramente difficili difficilmente si poteva chiedere di più a tutti.

In pochi a Castelbuono si stanno accorgendo che questi ragazzi stanno facendo un vero e proprio miracolo sportivo, infatti probabilmente nessuna squadra sarebbe riuscita a fare un intero campionato in queste condizioni, due sole ore di allenamento a settimana, tralaltro dopo le nove di sera, tutte le partite giocate in trasferta, in campi ostili, in orari impossibili e dopo lunghi ed estenuanti viaggi; un campionato giocato a singhiozzo, con pause di mesi tra una partita e l’altra a causa della mancanza della palestra di Castelbuono, e altre volte invece con due partite in tre giorni per i recuperi, naturalmente senza possibilità di allenamenti, situazione questa che ha portato inevitabilmente a una serie innumerevole di infortuni che hanno decimato la squadra; la situazione diventa ancora più incredibile se si pensa che le dirette avversarie avendo una palestra di casa a disposizione si allenano tre volte a settimana e per la seconda parte di stagione hanno tutte acquistato giocatori, tra cui anche ex-serie C e D.

Eppure la Castelbuonese è lì, seconda in classifica a un punto dalla prima ma con 2 partite in meno.

Tutti gli anni di gavetta hanno insegnato ai nostri ragazzi l’umiltà, la lotta e la determinazione a non mollare, e questo campionato incredibile è lì a dimostrarlo.

Siamo sicuri che i nostri ragazzi non molleranno mai e fino alla fine lotteranno in tutti i modi su ogni singolo punto che giocheranno, ma comunque andrà a finire si deve solo e soltanto tributare un lungo applauso a Mister Provenza e ai suoi incredibili ragazzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.