u Cuoppu di Sant’Anna

la processione della novena di Sant’Anna è caratterizzata dalla comparsa di tanti bimbi con in mano le  lanternine dette “cuoppi”.

La tradizione ci tramanda che l’uso di queste particolari lucerne vuole ricordare un miracolo avvenuto durante il  ritrovamento del corpo di Sant’Anna presso la cattedrale di Apt dove era stato murato per preservarlo dalle incursioni saracene.  Si tramanda infatti (ne scrive anche l’Amodei) che il corpo della Santa fosse stato portato da Gerusalemme in Francia, presso la cattedrale di Apt, per preservarlo dalla distruzione già nel VI secolo. Le successive invasioni arabe in Spagna  convinsero il vescovo Auspicio a murarlo, in un locale segreto sotto la cattedrale, dentro una bara di cipresso e, per rispetto, con una piccola lucerna accesa.  Qualche secolo dopo Carlo Magno, vincitore sugli invasori, passò da Apt dove si celebrava la festa del ringraziamento. Un muto (poi guarito), per divina ispirazione, iniziò allora a gesticolare ed indicare un punto della cattedrale in cui si decise di scavare. Fu così ritrovato in condizioni miracolose il Sacro Corpo con il lume ancora acceso.
E’ questa la famosa Lumireddra ca un s’astutavu  che sarebbe alla base della tradizione dei cuoppi.

I cuoppi, oggi sia in legno che in carta, venivano realizzati dagli artigiani che finemente li intagliavano con stilizzazioni della grata (a rata), del castello, del calice, del reliquiario o con il Viva S.Anna.  L’interno del cuoppu è rivestito di carte colorate che creano particolari giochi alla luce della candela (oggi sostituita da piccole lampadine elettriche così come gli intagli che cedono il posto a fotografie trasparenti). Sebbene venissero utilizzati anche in altre feste (quale ad esempio u Signuri, con la particolare illuminazione del prospetto della matrice  vecchia) e in altri paesi (ad Isnello ad esempio per il Crocifisso di Santa Maria vi si decora ed illumina la vara ) i cuoppi sono da sempre l’emblema della novena della Patrona di Castelbuono, piccole fiaccole per illuminarle il cammino.
Cuoppi più grandi aprono la processione e stanno nelle immediate vicinanze del fercolo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.