“Un’americana a Castelbuono.”

Cari lettori, oggi vi propongo un’edizione speciale di OltreFiumara. Diversamente dalle notizie e curiosità narrate abitualmente provenienti dal ?resto del mondo?, mi soffermo su Castelbuono e in particolare su un focus sul nostro paese fatto da una turista americana, che ho quasi per caso scovato su Facebook. La turista in questione ha in programma di girare l’Italia partendo dalla Sicilia, accompagnando tutte le sue giornate da un diario che pubblica sulla rete. Vi propongo il testo in lingua originale seguito dalla traduzione.

“I milked a goat!! The milk was delicious. We also went with our new friend ***** (yes, a sexy Italian man, lol), who showed us the way he cultivates ‘manna’ (sap from a particular tree that taste like a sweet; it only exists in two places in Sicily; google it). Then we went to his ecological cabin and learned about agriculture. Castelbuono is like California in that everything grows here i.e. apples, figs, apricots and more. We ate tons, pasta cabonarra, another pasta and gelato. No one goes hungry in Sicily and we have the bellies to prove it. We also went to the beach. The days are very long here and packed with tons of new things. Today, we went to the woods for a hike and then to the city center to hang out at a bar. The people are amazing. Their way of life is completely different. A couple more days like this and I am staying in Sicily. One last thing, the trash is picked up by donkeys every morning, yes, donkeys.”

Traduzione:

“Ho munto una capra! Il latte era delizioso. Siamo andati anche con un nostro nuovo amico **** (sì, un uomo sexy italiano), che ci ha mostrato il modo in cui si coltiva la “manna” (linfa proveniente da un albero particolare dal sapore dolce, esiste solo in due luoghi in Sicilia, googlalo!). Poi siamo andati nel suo orto e abbiamo imparato a conoscere l’agricoltura. Castelbuono è come la California in tutto ciò che cresce qui ad esempio le mele, fichi, albicocche e altro ancora. Abbiamo mangiato tonnellate di roba, pasta cabonara, un’altra pasta e del gelato. Nessuno soffre la fame in Sicilia e abbiamo le pance che lo dimostrano. Siamo anche andati in spiaggia. Le giornate sono molto lunghe qui e piene di una miriade di cose nuove. Oggi, siamo andati nel bosco per una passeggiata e poi al centro della città per uscire e bere qualcosa in un bar. La gente è incredibile. Il loro modo di vita è completamente diverso. Un altro paio di giorni come questo e mi stabilirò in Sicilia. Un’ultima cosa, la spazzatura viene prelevata da alcuni asini ogni mattina, sì, avete capito bene, degli asini.”

Interessante, no?

N.B.: per privacy ho omesso il nome del ragazzo sexy.

?Oltre Fiumara ? Rubrica settimanale che apre uno spiraglio tra le cinta murarie del borgo, per far passare qualche notizia fuori dal comune.?