Un cinico Cefalù vince su un Castelbuono generoso

[CEFALUSPORT.IT] Castelbuono 1975 – Cefalù 1-2
ASD Cefalù Calcio: Fiduccia, Città (46′ Battaglia), Compagno M., Geraci, Arno, Compagno F., Villafranca (cap), D?Amico, Calabrese (69′ Adami), Fiasconaro (69′ Alfonzo), Milia. All. Pino Minutella A disp.: Catanese, Mantia, Sferruzza, Zangara.
Castelbuono:  Cicero, Vaccaro (78′ Leta), Marguglio, De Lisi, Schicchi (cap), Sardina, Zerbo (59′ Bollino), Bonomonte, Fazio (75′ Conoscenti), Cicero, Ceruso. All. Giuseppe Cammarata.  A disp.:  Cefalù, Mazzola, Falanga, Buscen.
Arbitro: Griffo di Palermo. Assistenti: Zangara e Celestino di Palermo
Reti: 
11′ Calabrese, 89′ D’Amico, 91′ Ceruso
Il Cefalù vince la gara di andata di Coppa Italia sul campo del Castelbuono ed ipoteca il passaggio del turno. La squadra di Pino Minutella ha sfruttato al massimo le sue individualità andando a segno con 2 giocate magistrali di Calabrese nel primo tempo ed una bomba di D’Amico nel finale della gara, ma il Castelbuono non ha assolutamente sfigurato anzi ha avuto per tutto il primo tempo ed all’inizio della ripresa il completo dominio del centrocampo. Ottimo il “vecchio” Bonomonte che con i suoi 38 anni ha dettato il ritmo della sua squadra, sulla fascia sinistra si è vista la classe di Marguglio, un giocatore davvero di categoria superiore ed in avanti Ceruso in grande movimento che ha segnato la rete della bandiera con un bel tiro da fuori area. Il Cefalù ha lasciato in panchina Adami e non ha giocato il centrale Aiello per squalifica, nel castelbuono mister Cammarata non ha potuto disporre dell’attaccante Levantino ed ha messo in campo Zerbo in non buone condizioni fisiche.
La partita in fondo è stata piacevole con il Cefalù che ha segnato in apertura con una girata di Calabrese in area che ha superato Schicchi ed ha calciato un tiro diagonale preciso che è finito nell’angolino. La reazione del Castelbuono è veemente, con la squadra che rinchiude il Cefalù nella sua metà campo. Al 15′ un bel tiro di Ceruso va poco lontano dal sette. Al 40′ c’è un cross di Marguglio e Fiduccia con una bella uscita anticipa un attaccante. Al 45′ Calabrese segna di nuovo con un gran tiro ma l’arbitro annulla per un dubbio fuorigioco.
Nela ripresa il Castelbuono inizia alla grande ed ha 2 belle occasioni con il giovane Fazio, cefaludese doc. Infatti al 48′ Fazio colpisce di testa ma manda di poco fuori, poi al 52′ lo stesso Fazio colpisce in pieno la traversa con un bolide con il portiere Fiduccia battuto. Al 20′ un bel tiro al volo di Ceruso va fuori di poco, subto dopo un altro tiro di Fazio senza esito. A questo punto è evidente il calo fisico dei giocatori di casa con Bonomonte che gioca da fermo e con la squadra con poco ossigeno e la partita cala di tono.
Nei minuti finali 2 lampi che divertono il numeroso pubblico presente. All’89’ un’azione personale di D’Amico del Cefalù che parte da lontano, arriva quasi al limite e fa partire un missile che il portiere Cicero neanche tenta di prendere. Un paio di minuti dopo la bella rete di Ceruso con un tiro al volo di sinistro dal limite che batte Fiduccia e dimezza lo svantaggio.
Finisce 1-2 per il Cefalù, sabato ci sarà la partita di ritorno a Cefalù. Entrambe le squadre hanno molti margini di miglioramento.