“Un’altra Castelbuono ? possibile”

Pubblichiamo il comunicato di Rifondazione Comunista, recentemente comparso in paese anche in forma di tazebao.

Il PRC ha sollecitato, nel recente passato, in prospettiva delle prossime elezioni amministrative, la costituzione di un tavolo attorno al quale segretari dei partiti e rappresentanti della c.d. società civile potessero discutere della opportunità di dare vita ad una aggregazione che, sul modello dell?Unione nazionale, potesse condurre,unitariamente,ad una elaborazione partecipata del programma elettorale ed alla individuazione di un candidato Sindaco in grado di rappresentare  le diverse sensibilità politiche presenti nel centro-sinistra.
Siamo stati quindi,da sempre, disponibili ad un confronto franco e aperto ,con  atteggiamento trasparente e chiaro, nonostante il nostro giudizio critico, e nei confronti del gruppo dirigente il Movimento Democratico per Castelbuono, e dell?attuale Amministrazione. Abbiamo solo chiesto che si iniziasse a discutere partendo da un presupposto per noi irrinunciabile:totale rinnovamento di uomini e metodi.
 Per la ? disponibilità? solo dichiarata ma nei fatti smentita,da parte del Movimento Democratico per Castelbuono?
Per l?ormai accertata, palese e reiterata  strategia dilatoria finalizzata ad imporre al PRC scelte e strategie elettorali non partecipate?
Per l?evidente volontà di imporci decisioni che rispondono soltanto ad una logica spartitoria e di consolidamento dell?attuale potere?
Per l?altrettanto evidente tentativo di irreggimentare partiti,movimenti,uomini,società civile ed elettori?
Per la pervicace volontà di conservare poltrone e privilegi? Non ci appartiene e non possiamo  condividere questa concezione e questa pratica della politica;
Per  coerenza e rispetto dei principi che Rifondazione Comunista ritiene irrinunciabili;
Perché crediamo che la Politica debba ritornare ad essere momento di vera partecipazione;
Perché la forza della coerenza e l?indisponibilità a pratiche consociative ci obbligano ad assumere posizioni scomode: Rifondazione Comunista autonomamente si propone come soggetto politico promotore di un programma  che si alimenti del contributo di quanti condividono le nostre analisi,le nostre critiche e il nostro modo di intendere la politica.
Invitiamo,quindi,chiunque creda che si debba porre fine a tutti gli atteggiamenti e logiche gattopardesche che vogliono ?cambiare tutto perché non cambi niente?,a proporsi per un percorso programmatico alternativo .

Se lo vogliamo veramente, un?altra Castelbuono è possibile