Verso la costituzione degli organismi di Castelbuono Libera

(MADONIELIVE.COM – Giuseppe Spallino) Il 22 settembre si è tenuto presso la Sala delle Capriate alla Badia un incontro con i simpatizzanti del movimento politico civico Castelbuono Libera, che in occasione dell?ultima campagna elettorale ha partecipato alle elezioni con il candidato sindaco Stefano Polizzotto. Dopo un ampio dibattito si è stabilito di dare una struttura stabile al movimento, al fine di creare i presupposti per la partecipazione attiva alla vita politica castelbuonese. Tale processo parte dalla predisposizione di una bozza di statuto, in cui inserire i punti fondanti dell?azione politica del movimento civico e precisamente:

  • rinnovamento della politica castelbuonese;
  • collegialità delle scelte nella diversità delle idee;
  • la politica intesa non come posizione di potere ma come servizio, non come arricchimento di pochi ma come soddisfacimento dei bisogni di tutti;
  • affermazione della ?libertà?, intesa come esercizio dei propri diritti nel rispetto dei diritti di tutti e come rispetto e cura dei diritti dei cittadini.

La bozza di statuto verrà sottoposta al vaglio di tutti i simpatizzanti nella prossima assemblea pubblica, prevista per il prossimo 6 ottobre, che provvederà ad approvarla, apportando gli eventuali correttivi. Approvato lo statuto si procederà, per 4 settimane, alla raccolta delle adesioni da parte di tutti coloro che vorranno far parte attiva del movimento civico. Terminata la raccolta delle adesioni, l?assemblea degli aderenti nominerà gli organi sociali, dando inizio alla vita del movimento civico.
“Certi che i cittadini castelbuonesi non faranno mancare il loro apporto partecipativo – scrive il coordinatore Stefano Polizzotto -, vogliamo ancora una volta essere liberi di sperare in un futuro migliore e soprattutto in un futuro che recuperi la dimensione umana della politica, intesa come politica di servizio per i cittadini. Noi tutti vogliamo essere liberi di condividere e donare agli altri quello che abbiamo, siano essi beni materiali e/o morali e/o professionali; usiamo i beni di cui siamo in possesso senza timore e mettendoli a disposizione di tutti, avendo la consapevolezza che non li perderemo comunicandoli e condividendoli con altri; una società che condivide si arricchisce e tutti ne trarremo un maggiore benessere, sia economico sia umano. La nostra è una sfida in cui tutti vogliamo donare agli altri qualcosa perché tutti insieme possiamo far crescere questa splendida nostra cittadina”.